Iscriviti OnLine
 

Pescara, 26/03/2019
Visitatore n. 670.404



Data: 19/12/2018
Testata giornalistica: AltoMolise.net
Trasporti nel caos, i sindacati: dal 1 gennaio la Regione taglierà il contributo nei confronti dei Comuni non in regola. Nel frattempo l'assessore Niro sta provvedendo mettere a punto il bando di gara per il gestore del trasporto pubblico su gomma

Le Segreterie Regionali del settore trasporti di Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Cisal, facendo seguito ad una formale richiesta di incontro concernente sia la situazione del tpl molisano, ma soprattutto, e in prospettiva, il bando di gara per l'affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale nella Regione Molise, sono state ricevute nella giornata di ieri dall’Assessore Regionale ai Trasporti Vincenzo Niro.

Nel corso della riunione, è emersa, tra l’altro, la ferma intenzione da parte della Regione di procedere a formalizzare, entro il 31 marzo 2019, la procedura di gara per l’affidamento ad un gestore unico del servizio di trasporto pubblico locale su gomma, come peraltro anticipato nella seduta monotematica del Consiglio regionale del 31/7/2018 e nella Delibera di Giunta Regionale 468 del 15 ottobre 2018.

I sindacati nel condividere tale iniziativa che si rende quanto mai urgente seppur in assenza di un Piano Regionale della Mobilità e dei Trasporti (l’ultimo è scaduto ben sei anni fa), hanno sollecitato la Regione Molise a procedere con estrema urgenza e senza indugi verso la definizione del bando di gara per l’affidamento ad un gestore unico del servizio di trasporto pubblico locale su gomma, auspicando un costruttivo confronto con le parti sociali soprattutto per gli aspetti concernenti le garanzie occupazionali, le clausole sociali, la corretta applicazione delle regole e dei contratti di lavoro nei confronti del personale, non tralasciando peraltro ulteriori aspetti altrettanto importanti legati alla qualità del servizio e alla sicurezza.

L’Assessore regionale ai trasporti, rispondendo ad una precisa domanda posta dalle Organizzazioni Sindacali, rispetto all’ipotesi di includere nel bando di gara anche i servizi di trasporto pubblico urbano, attualmente gestite in Molise da alcune Amministrazioni Comunali, ha sostenuto che tale eventualità è ancora oggetto di valutazione e confronto.

Tuttavia è altresì emerso che l’Amministrazione Regionale, indipendentemente da tale eventualità, sospenderà a partire dal 1° gennaio 2019 l’erogazione del contributo regionale ovvero dei corrispettivi per il trasporto pubblico locale, nei confronti di quelle Amministrazioni Comunali che non abbiano provveduto a mettersi in regola con quanto disciplinato dalle norme vigenti (D.L. 50/2017) rispetto all’affidamento con procedure di evidenza pubblica dei servizi di trasporto pubblico locale o, in alternativa, alla pubblicazione del relativo bando di gara. A fronte di tali preannunciati provvedimenti che, se attuati determinerebbero conseguenze nefaste per il servizio di tpl e per i livelli occupazionali, si rende quanto mai necessario ed urgente un confronto, possibilmente contestuale ed unitario, con le Amministrazioni Comunali del Molise che gestiscono, al momento, il servizio di trasporto pubblico urbano e alle quali sarebbero indirizzate tali preoccupanti decisioni.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it