Iscriviti OnLine
 

Pescara, 09/12/2019
Visitatore n. 684.654



Data: 28/04/2008
Settore:
Autostrade
AUTOSTRADE, APPROVATA LA PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL 2008/2011 - Indicati aumenti complessivi a regime pari a 220 euro - La piattaforma approvata - Procedure per la consultazione dei lavoratori -

Il gruppo nazionale unitario di lavoro, dopo una lunghissima fase di preparazione, ha definito la bozza per la piattaforma di rinnovo del CCNL. Si tratta di una fase molto importante per la vita del settore autostradale e per un significativo confronto democratico.



Questi ultimi anni sono stati caratterizzati dal tentativo delle aziende che applicano il contratto, di sottrarsi agli impegni sottoscritti.  Infatti, attraverso cessioni di ramo d’azienda, distacchi di personale, utilizzo di lavoro somministrato ecc., abbiamo assistito ad una frammentazione dei contratti applicati ai lavoratori delle società Autostradali, con un indebolimento complessivo della rappresentanza.



A questo si somma una classificazione superata e non più in grado di inquadrare compiutamente il personale, norme sull’orario stratificate nel tempo ed in gran parte superate, una scarsa valorizzazione del fattore “umano” vissuto troppo spesso dalle aziende come un costo e non come una risorsa.



La bozza di piattaforma contiene le seguenti proposte ai lavoratori, volte a cambiare lo scenario descritto:



o Area contrattuale e contratto di filiera: l’obbiettivo è quello di imporre una clausola sociale che impegni le aziende, in caso di esternalizzazione delle attività, a garantire la continuità dell’applicazione contrattuale ed un percorso per l’applicazione del Ccnl a quelle oggi gestite attraverso contratti diversi;

o Relazioni Sindacali: introdurre il confronto sulle modifiche alla concessione e sul sistema tariffario e potenziare il confronto a livello aziendale;

o Orario di lavoro: semplificare la normativa, eliminare la flessibilità inutilizzata e strutturare, attraverso una riduzione dell’orario di lavoro, norme che valgano per l’insieme dei lavoratori. Il concetto di fondo è che la flessibilità deve costare di più;

o Classificazione: superamento dell’attuale inquadramento prevedendo crescite orizzontali che consentano un più adeguato collocamento delle figure professionali oggi in sofferenza;

o Personale amministrativo: potenziare e valorizzare le risorse umane, rendendo trasparenti i percorsi di avanzamento carriera e quelli retributivi;

o Parte economica: una rivisitazione delle indennità ormai anacronistiche (trasferta, reperibilità, richiamo in servizio), strutturare al 2% il contributo minimo per l’azienda e per il lavoratore da versare in previdenza integrativa ed un aumento complessivo a regime pari a 220 euro.



La bozza così elaborata andrà ora discussa nelle assemblee dei lavoratori; Queste si dovranno svolgere entro il 23 maggio 2008. Le assemblee potranno presentare emendamenti sulla base di un apposito regolamento.



Tutti gli emendamenti approvati ai sensi del regolamento andranno discussi e votati in un’assemblea nazionale dei delegati – prevista per i giorni 28 e 29 maggio - che provvederà a licenziare il testo definitivo della piattaforma per inviarla, successivamente, alle controparti ed iniziare il confronto.



Vista l’importanza del momento si invita tutti i lavoratori a partecipare alla fase finale di definizione della piattaforma al fine di rendere il rinnovo contrattuale un momento di unificazione dell’intera categoria.





LE SEGRETERIE NAZIONALI

FILT-CGIL FIT-CISL UILTRASPORTI SLA-CISAL UGL-A.T.

Azzola Masucci Facchini Moroni Ilario

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it