Iscriviti OnLine
 

Pescara, 21/10/2020
Visitatore n. 697.911



Data: 08/05/2008
Settore:
Istituzioni
GOVERNO, PRESENTATA LA LISTA DEI MINISTRI. - Altero Matteoli (An) sarà il Ministro delle Infrastrutture. Possibile delega ai trasporti (vice ministro) per Roberto Castelli. - Intervista a Matteoli

Con tempi record grazie anche all'esiguo numero di gruppi parlamentari da consultare e all'ampia maggioranza politica di cui dispone la coalizione che ha vinto le elezioni, Silvio Berlusconi ha accettato senza riserva l'incarico conferito dal Presidente della Repubblica per formare il nuovo Governo. Il confronto con il Capo dello Stato durato poco meno di un'ora è stato seguito dalla presentazione della lista dei ministri che faranno parte del nuovo Esecutivo. Il quarto governo Berlusconi potrà contare su Franco Frattini (Fi) agli Esteri, Roberto Maroni (Lega Nord) all'Interno, Angelino Alfano (Fi) alla Giustizia; Ignazio La Russa (An) alla Difesa; Giulio Tremonti (Fi) all'Economia; Claudio Scajola (Fi) allo Sviluppo economico; Luca Zaia (Lega) alle Politiche agricole, Stefania Prestigiacomo (Fi) all'Ambiente, Altero Matteoli (An) all'Infrastrutture; Maurizio Sacconi (Fi) al Welfare, Maria Stella Gelmini (Fi) alla Pubblica Istruzione, Sandro Bondi (Fi) ai Beni Culturali. Inoltre saranno nominati ulteriori 9 ministri senza portafoglio. Sono gli incarichi di minor peso, poichè senza bilancio, ma di uguale importanza strategica. Umberto Bossi (Lega) si occuperà di Riforme; Raffaele Fitto (Fi) dei Rapporti con le Regioni e Elio Vito (Fi), a lungo candidato per via Arenula, a quelli con il Parlamento. Andrea Ronchi (An) andrà alle Politiche europee; Renato Brunetta (Fi) alla Pubblica amministrazione e Innovazione scalzando Lucio Stanca; Roberto Calderoli (Lega) alla Semplificazione; Giorgia Meloni (An) alle Politiche giovanili; Mara Carfagna (Fi) alle Pari Opportunità; Gianfranco Rotondi (Dca), che fino in fondo ha puntato i piedi all'Attuazione del programma.

Sarà quinfi Altero Matteoli (An - nella foto) il futuro ministro per le infrastrutture. Sarà affiancato con ogni probabilità con il ruolo di vice ministro e con possibile delega ai trasporti da Roberto Castelli (Lega). Nato a Cecina (Livorno) l'8 settembre 1940, ragioniere, Altero Matteoli ha cominciato a fare politica nel Msi di cui e' stato uno dei dirigenti piu' importanti in Toscana. Entrato in parlamento per la prima volta nel 1983, e' stato sempre rieletto, per sei volte alla Camera e nelle ultime due legislature al Senato. Nella lunga carriera parlamentare ha fatto parte, fra l'altro, della commissione parlamentare di inchiesta sulla loggia massonica P2 nel corso della IX legislatura, ed e' stato capogruppo di An al Senato nella legislatura appena trascorsa. Altero Matteoli, e' una presenza fissa nei governi Berlusconi, avendo ricoperto l'incarico di ministro per l'ambiente nei tre precedenti governi di centro destra.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it