Iscriviti OnLine
 

Pescara, 15/04/2021
Visitatore n. 704.991



Data: 11/08/2008
Settore:
Cronache
DEL TURCO AGLI ARRESTI DOMICILIARI - L'ex presidente della Regione Abruzzo lascia il carcere di Sulmona dopo 28 giorni di detenzione. «Sono stato trattato benissimo» - SPECIALE MULTIMEDIA SKY TG24 - Rassegna stampa

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Pescara, Maria Michela Di Fine, accogliendo le richieste della Procura, ha firmato l'ordinanza che dispone la fine degli arresti in carcere per Ottaviano Del Turco e per gli altri indagati coinvolti nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte tangenti nella sanitą abruzzese. Dopo 28 giorni, l'ex presidente della Regione Abruzzo lascia il carcere di Sulmona e torna nella "sua" Collelongo per proseguire la detenzione con gli arresti domiciliari. Secondo l'ordinanza del giudice del Tribunale di Pescara, "č del tutto cessato il pericolo di inquinamento probatorio", ma non si esclude "in astratto, la possibilitą di reiterazione di reati della stessa specie di quelli per cui si procede". Sempre secondo il giudice, "l'iniziativa delle dimissioni dalle cariche pubbliche rivestite - Del Turco si č dimesso dalla carica di presidente della Regionen e rappresenta un primo passo apprezzabile, quantomeno in termini di presa di coscienza delle conseguenze delle proprie azioni". Tra le motivazioni ha addotto anche la durata della carcerazione, che č stata di circa 30 giorni, considerando anche l'etą dell'ex governatore.
Le stesse motivazioni sono state utilizzate anche per Lamberto Quarta (ex segretario generale presso la Presidenza della regione Abruzzo), Camillo Cesarone (ex capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Gianluca Zelli (ex presidente della societą Humangest) e Luigi Conga (ex direttore generale della Asl di Chieti), che come lui hanno ricevuto la concessione degli arresti domiciliari.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it