Iscriviti OnLine
 

Pescara, 30/05/2020
Visitatore n. 692.283



Data: 02/09/2008
Settore:
Sicurezza
INCIDENTE SUL LAVORO. MORTI 2 OPERAI FS - I sindacati: «Ora non cali il silenzio». Rota (Filt Sicilia) «Forse imprudenza da parte delle ferrovie» - Rass.stampa - MULTIMEDIA - Intervista a Cipolletta

Due operai delle Ferrovie, Giuseppe Virgillito di 35 anni e Fortunato Calabrese di 58, sono morti in un incidente sul lavoro avvenuto sulla tratta Catania-Palermo, nei pressi della stazione di Motta Sant'Anastasia (Catania). Secondo la prima ricostruzione, i due operai erano al lavoro sulla linea ferrata e utilizzavano dei martelletti a compressione. Secondo quanto si e' appreso il macchinista si sarebbe accorto della presenza dei due operai sui binari e avrebbe attivato il freno di emergenza, ma senza riuscire a evitare l'impatto. La Procura della Repubblica di Catania ha aperto un'inchiesta sull'accaduto coordinata dal procuratore aggiunto Vincenzo Serpotta e dal sostituto Danilo De Simone.
«Ho l'impressione che presto emergerà che c'è stata imprudenza da parte delle ferrovie». Lo afferma il segretario nazionale della Filt-Cgil Sicilia, Giacomo Rota, commentando l'incidente avvenuto questa mattina sui binari della tratta ferroviaria Catania-Palermo, nei pressi della stazione Motta S.Anastasia. Il sindacalista propone una ricostruzione dei fatti, non nascondendo però le sue perplessità sulle cause: «Gli operai stavano lavorando quando il terno li ha colpiti: ordinariamente quando ci sono questi cantieri leggeri c'è sempre qualcuno che avverte dell'arrivo dei treni per far smontare tutto almeno 20 secondi prima del passaggio. Evidentemente qualcosa non ha funzionato, e vorrei capire se il lavoratore solitamente incaricato della sorveglianza c'era o meno. Sinceramente mi pare difficile che, qualora ci fosse, abbia abbandonato il suo posto, ho la sensazione che qualche imprudenza da parte delle ferrovie ci sia stata».
Sul drammatico incidente sul lavoro sino intervenute le segreterie nazionali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Fast Ferrovie, Ugl AF, Orsa Ferrovie «Chiediamo una rapida conclusione delle inchieste in corso, in particolare quella della magistratura, per fare piena luce sull'esatta dinamica dell'incidente - affermano i sindacati in una nota - Non bastano i positivi dati 'statistici' sugli incidenti ferroviari in Italia, questo nuovo, drammatico incidente sul lavoro conferma la necessità, anche nel settore del trasporto ferroviario, di garantire la massima attenzione e mantenere il massimo impegno sulle tematiche relative alla sicurezza del lavoro e dell'esercizio ferroviario». Conclude la nota: «La vita umana non ha prezzo ed oggi due nostri colleghi hanno lasciato nel lutto famiglie, colleghi e amici. Chiediamo che non cali il silenzio su queste tragedie ma che tutti siano consapevolmente attenti a che non si ripetano disgrazie simili».

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it