Iscriviti OnLine
 

Pescara, 22/10/2020
Visitatore n. 697.927



Data: 11/10/2008
Settore:
Cgil
CONTRATTI: CGIL, PRIORITA' SONO PROVVEDIMENTI ANTICRISI - No linee guida Confindustria, bene allargamento tavoli. Epifani: «Anche la Cgil farą la sua parte» - Rassegna stampa - Le proposte anticrisi della Cgil

La segreteria della Cgil conferma la propria posizione di dissenso sulle linee guida presentate da Confindustria a proposito del rinnovo del modello contrattuale, mentre considera positivo l’allargamento dei tavoli di confronto alle altre organizzazioni datoriali pubbliche e private, come ha più volte richiesto, e ribadisce la volontà di parteciparvi con le proprie valutazioni, che non sono il testo proposto da Confindustria.



La segreteria della Cgil non sottovaluta la condivisione espressa da Cisl e Uil alle linee guida proposte da Confindustria e ne è preoccupata. Fino ad ora tale condivisione non si è tradotta né in un avviso comune, nè in un accordo separato su un protocollo formale. Non è nell’interesse del paese acuire divisioni, soprattutto nel contesto della grave crisi che sta affrontando, ribadisce la Cgil, ed è per questo che preoccupa il richiamo all’ipotesi di accordo separato, soluzione che, anche in queste ore, qualcuno sembra invocare.



Per la Cgil, tuttavia, la priorità per il paese resta la messa in campo di provvedimenti anti crisi in grado di fronteggiare la drammaticità della situazione economica che si va prospettando e gli effetti che avrà sull’economia reale, in particolare per la ricaduta sui redditi, sull’occupazione e sugli investimenti. La Cgil chiede dunque con forza che il governo apra tavoli di confronto per fronteggiare la crisi economica, a cominciare dal tavolo sulle garanzie di protezione, degli ammortizzatori sociali, dell’occupazione, e da quello sulla politica dei redditi per sostenere salari e pensioni e tenere sotto controllo l’inflazione.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it