Iscriviti OnLine
 

Pescara, 15/04/2021
Visitatore n. 704.992



Data: 04/07/2006
Settore:
Cgil
TRASPORTI - Nicoletta Rocchi (Cgil), aprire confronto a Palazzo Chigi

Nicoletta Rocchi(U.S.Cgil) “È mai possibile che nonostante le annunciate giornate di sciopero in tutti i settori del sistema dei trasporti il governo non abbia ancora convocato il tavolo di confronto centrale per analizzare e trovare soluzione?” Una domanda retorica quella posta dalla segretaria confederale della Cgil, Nicoletta Rocchi (nella foto), per la quale è invece “indispensabile a questo punto aprire immediatamente il tavolo di confronto presso la Presidenza del Consiglio che affronti tutte le varie questioni aperte”. La sindacalista parla di “settore in emergenza” di cui è urgente discutere in modo approfondito così come, ricorda, è stato concordato dalle segreterie generali di Cgil Cisl Uil con il presidente del Consiglio. “La crisi Alitalia sta arrivando al suo epilogo, -prosegue Rocchi passando in rassegna lo stato dei vari comparti- il trasporto aereo è nel caos organizzativo, privo di ogni controllo; le Ferrovie dello Stato sono a livello comatoso, non solo per mancanza di risorse,ma anche per grave incapacità gestionale; l’Anas è pesantemente messa in mora dallo stesso ministro dell’infrastrutture; il sistema dei porti perde competitività a favore degli altri porti del mediterraneo; non si conosce ancora la sorte delle autostrade per l’Italia dopo l’annunciato accordo con gli spagnoli di Abertis; il trasporto pubblico locale è in attesa della definizione del contratto di lavoro”. La preoccupazione espressa dalla segretaria confederale è quindi che “ulteriori ritardi porteranno difficoltà e penalizzazioni all’intero Paese. E come sempre –conclude – ai cittadini utenti toccherà pagare il prezzo più alto”.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it