Iscriviti OnLine
 

Pescara, 20/10/2020
Visitatore n. 697.815



Data: 12/11/2008
Settore:
Cgil
VATTI A FIDARE .... SCONCERTO PER IL PRESUNTO VERTICE SENZA LA CGIL - Angeletti smentisce a Ballarò l'incontro segreto con Berlusconi, Marcegaglia e Bonanni. MULTIMEDIA - Guarda il filmato - Rassegna stampa

Un imbarazzato Luigi Angeletti (nella foto) è stato colto in fragrante diventando, suo malgrado, protagonista di un clamoroso episodio nel corso della puntata di Ballarò andata in onda lo scorso Martedì sera su Rai Tre. Nel corso del programma, il conduttore Giovanni Floris ha chiesto al leader della Uil di commentare una notizia Ansa secondo la quale lo stesso Angeletti veniva indicato tra i partecipanti di un vertice a Palazzo Grazioli con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, alcuni ministri, la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia e il segretario della Cisl Raffaele Bonanni.
Luigi Angeletti si è sforzato di smentire categoricamente la propria partecipazione al presunto vertice nonostante un evidente imbarazzo sopraggiunto allorquando Giovanni Floris, con una buona dose di sarcasmo, ha incalzato il segretario della Uil "Ma è una notizia Ansa"?. "Guardi che vi hanno visto andarvene.... Qua dice Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti hanno lasciato Palazzo Grazioli dall'uscita posteriore"... "L'hanno beccata"? "Guardi che Bonanni ha confermato la sua presenza?". Imperterrito Angeletti non ha cercato neppure di ritrattare le sue affermazioni "Io non ero lì"?. "Non è affatto vera questa notizia".... "Guardi che io non c'ero" ?.

Durissima la reazione del Segretario della Cgil Guglielmo Epifani. «Quello che è accaduto ieri sera - ha affermato Epifani - se confermato, è gravissimo, una cosa senza precedenti, che apre un problema formale nei rapporti con le altre organizzazioni sindacali e con la Confindustria». Il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani, commentando la notizia dell'incontro che sarebbe avvenuto ieri sera a Palazzo Grazioli fra il presidente del Consiglio Berlusconi, alcuni ministri, la presidente di Confindustria Marcegaglia e i segretari di Cisl e Uil Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti ha poi aggiunto «Il presidente Berlusconi dimostra di non avere alcun rispetto nei confronti dei suoi interlocutori, quando esprimono opinioni diverse dalle sue. Sul tema della crisi il governo non prevede momenti formali di confronto con tutte le parti sociali, mentre quelli 'riservati' li tiene solo con alcuni soggetti, escludendo la Cgil, l'Ugl e tutte le altre rappresentanze di impresa».

Continua il leader sindacale: «Nei confronti della Cgil è un comportamento particolarmente grave perché abbiamo inviato al governo e alle altre parti sociali una piattaforma con le nostre proposte per affrontare la crisi. Con questo atteggiamento il governo esprime la volontà di non aprire un confronto con la Cgil». Epifani chiede, dunque, «un immediato incontro con il governo» e annuncia che invierà una lettera ai segretari di Cisl e Uil e al presidente di Confindustria con la quale chiederà conferma dell'incontro di ieri sera.



www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it