Iscriviti OnLine
 

Pescara, 22/10/2020
Visitatore n. 697.927



Data: 27/01/2009
Settore:
Filt Cgil Abruzzo
LA REGIONE BLOCCA I TAGLI DELL'ARPA - Istituito un tavolo permanente istituzionale per la mobilità nella Valle Peligna - Rassegna stampa - Il verbale sottoscritto il 26/1

Per il momento si tratta solo di una moratoria quella che la Regione Abruzzo e il neo Assessore Giandomenico Morra hanno preteso dall'Arpa rispetto agli annunciati tagli previsti dal 1° febbraio per le corse che da Scanno sono dirette a Roma via Sulmona. Venti giorni di "stand by" necessari alla nuova giunta regionale per approfondire l'argomento e per capire se vi siano soluzioni alternative che portino ugualmente al contenimento delle perdite societarie della Paoli bus senza tuttavia penalizzare i pendolari e quindi i collegamenti con la capitale.
E per la Cgil le alternative ci sono e vanno ricercate nei tanti sprechi che Arpa e Paoli bus hanno prodotto e continuano a produrre nella gestione aziendale. Una gestione decisamente allegra e poco attenta i cui dettagli sono stati illustrati dal Segretario della Filt Abruzzo Luigi Scaccialepre (nella foto) nel corso di un apposito incontro con i sindaci ed amministratori della Valle Peligna organizzato dalla Provincia di L'Aquila e tenutosi presso il Palazzo Mazara di Sulmona. La questione della mobilità nel centro Abruzzo, non a caso, era stato oggetto di una richiesta di incontro urgente sollecitata proprio dalla Filt e dalla Cgil regionale e territoriale - (leggi il documento) -

La presidente Stefania Pezzopane accompagnata dagli assessori Pio Alleva e Teresa Nannarone, dopo un'ampia discussione alla quale hanno preso parte i numerosi sindaci del comprensorio, i rappresentanti dei pendolari e perfino il Vescovo di Sulmona, ha sollecitato l'intervento della Regione Abruzzo per porre fine all'isolamento del territorio promuovendo il potenziamento del trasporto pubblico locale.
Il dibattito si è concluso con la sottoscrizione di un verbale con il quale è stato ufficilamente istituito un tavolo permanente per la mobilità nella Valle Peligna e contestualmente sono state avanzate alcune richieste alla regione Abruzzo tra le quali la sospensione di ogni azione che porti ad una riduzione di servizio sia su rotaia che su gomma.

Soddisfatto per il risultato anche l'assessore ai trasporti del comune di Sulmona Mauro Tirabassi secondo il quale occorrerà aiutare la Regione e la società a studiare ipotesi alternative ai tagli che non interessano solo il trasporto su gomma ma anche quello su rotaia alla luce delle cancellazioni per la tratta Sulmona - Carpinone.
«E' il momento di trovare il "compromesso" migliore. A tal proposito è noto - ha sostenuto l'assessore Tirabassi - che la Uil e la Cisl, a differenza della Cgil, hanno firmato l'accordo che prevede la "rivisitazione" delle corse e questo è inaccettabile. Chiedo pertanto a queste organizzazioni sindacali di fare fronte comune su un problema che, fortunatamente, si sta rivelando senza colore politico».

Soddisfatto anche il presidente della Federazione dei pendolari del Centro Abruzzo (Federcopa), Francesco Di Nisio, per il quale dal neo assessore Morra sono arrivate rassicurazioni e risposte giuste. «I collegamenti tra Roma e il Centro Abruzzo non vanno toccati - spiega Di Nisio - e questo la Regione lo ha capito bene».
A tal proposito - ha aggiunto Di Nisio - nei prossimi giorni consegneremo all'assessore un dossier con gli sprechi dell'Arpa e della Paolibus, a cominciare da stipendi e benefit degli amministratori. Ci sarebbe infatti piaciuto che i vertici dell'Arpa prima di prendere decisioni così pesanti e unilaterali avessero dato il buon esempio: non solo non ci hanno mai ricevuto ma non si sono mai tagliati i compensi di un euro''.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it