Iscriviti OnLine
 

Pescara, 08/12/2019
Visitatore n. 684.640



Data: 26/03/2009
Settore:
Dip. Trasp. Pers. Terra
CCNL MOBILITA┤, I SINDACATI CHIEDONO IL RECUPERO SALARIALE RISPETTO ALL'INFLAZIONE REALE - C'Ŕ spaccatura tra le associazioni datoriali. Prossimo incontro mercoledý 1░ aprile

Si è tenuto presso il Ministero di Infrastrutture e Trasporti l'ennesimo incontro tra le delegazioni datoriali di Anav, Ancp, Asstra, Federtrasporto, Fise e le delegazioni sindacali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti, Orsa, Faisa, Fast. Su proposta della delegazione ministeriale, le parti hanno proseguito il confronto sugli aspetti di carattere economico riferiti, in particolare, all'anno contrattuale 2008, nel frattempo trascorso. Da parte sindacale è stata ribadita la proposta già presentata in occasione del precedente incontro dell'11 marzo scorso.

Tale proposta prevede la possibile regolazione dell'anno 2008 attraverso "una tantum", calcolata facendo riferimento al tasso di inflazione reale consuntivato dall'Istat per l'anno scorso ed applicando tale indice alle retribuzioni mensili convenzionali di riferimento, sostanzialmente analoghe tra CCNL del TPL e CCNL delle Attività Ferroviarie, già adottate negli ultimi rinnovi contrattuali dei due settori. Inoltre, la proposta sindacale prevede che l'importo calcolato come appena descritto per l'anno 2008 assuma carattere retributivo strutturale per aprire l'anno 2009, attraverso il conseguente adeguamento degli importi contrattuali tabellari.

A differenza dell'incontro dell'11 marzo, quando, in riscontro a tale ipotesi, si era verificata una posizione univoca delle diverse associazioni datoriali, ma una notevole distanza tra il loro attestamento e la proposta sindacale, in questa occasione si è registrata una differenziazione tra le associazioni datoriali. In sostanza, l'avvicinamento delle controparti alla proposta sindacale non è risultato omogeneo e, ancora una volta, l'intervento nella discussione della delegazione ministeriale non è stato idoneo a rimuovere questa ulteriore difficoltà.

Su proposta della delegazione ministeriale, è stato infine convenuto un nuovo aggiornamento del confronto al pomeriggio del prossimo 1 aprile. Da parte sindacale è stato altresì ribadito alla delegazione ministeriale che, rispetto all'ipotesi di Protocollo "preliminare" presentata dal Ministro alle parti sociali fin dal 29 gennaio scorso, permane dissenso su:

- l'estrema incertezza sul percorso negoziale che dovrebbe portare, successivamente allo stesso Protocollo "preliminare", verso il nuovo CCNL della Mobilità;

- la sostanziale inconsistenza dell'impegno descritto dal Ministero di Infrastrutture e Trasporti per l'adozione di un'idonea clausola sociale rispetto ai processi di liberalizzazione, riassetto del sistema delle imprese, gare ed affidamento del servizio.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it