Iscriviti OnLine
 

Pescara, 30/05/2020
Visitatore n. 692.285



Data: 07/05/2009
Settore:
Attività di supporto
APPALTI FERROVIARI, LE AZIENDE INTENZIONATE A NON RICONOSCERE GLI AUMENTI SALARIALI - La dura risposta dei sindacati: ĞRevoca degli appalti a chi non rispetta gli obblighi contrattualiğ - La nota inviata da Fise - Il comunicato unitario

Le Organizzazioni Sindacali hanno replicato duramente alla nota diramata da Fise-Assofer con la quale l'associazione datoriale, rimarcando la mancata condivisione del Protocollo d'intesa sul contratto della mobilità firmato lo scorso 30 aprile, ha ribadito di non essere vincolata agli obblighi derivanti dall'accordo. In sostanza, sostiene Fise-Assofer, in rappresentanza delle imprese fornitrici di servizi nel settore ferroviario, le aziende continueranno ad applicare le retribuzioni preesistenti alla firma del Protocollo, non riconoscendo pertanto gli aumenti e gli arretrati definiti dall'intesa. La replica delle Organizzazioni Sindacali, come detto, non si è lasciata attendere. Premesso - si legge nel comunicato unitario - che Il Protocollo d’intesa CCNL Mobilità include interamente il settore dei servizi accessori al settore ferroviario. In particolare poi il punto F dello stesso “Protocollo d’intesa” chiarisce, senza alcun dubbio, che i “Contratti di appalto” tra le Società del Gruppo FS e gli appaltatori prevedono due obblighi precisi:

1. la garanzia del passaggio diretto dei lavoratori impiegati nelle attività oggetto dell’appalto;

2. il mantenimento del CCNL del settore e le integrazioni economiche derivanti proprio dallo stesso “Protocollo d’intesa”

Non a caso il Gruppo FS Spa ha dichiarato in modo netto che il “mancato rispetto di tali obblighi impedisce l’affidamento o la prosecuzione dell’appalto”.


Le Segreterie Nazionali - viene affermato nella nota - chiederanno l’esigibilità di quanto stabilito dall’accordo e di conseguenza di non affidare l’appalto o la prosecuzione degli appalti alle imprese che non rispettano questi obblighi. Pertanto l’una tantum e l’incremento della retribuzione spettano, in virtù di quanto stabilito dall’accordo siglato, a tutti i lavoratori degli Appalti Ferroviari, compresi quelli dipendenti dalle imprese rappresentate da Fise Assofer.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it