Iscriviti OnLine
 

Pescara, 15/04/2024
Visitatore n. 736.107



Data: 02/06/2009
Settore:
Filt Cgil Abruzzo
TAGLI ALLA PAOLI BUS, LA FILT ABRUZZO CHIAMA IN CAUSA L'ASSESSORE MORRA - Scaccialepre: «Prestata attenzione alle sole ragioni dell'impresa. Ignorati cittadini, utenti e lavoratori» - La nota trasmessa dalla Filt - Rassegna stampa

La Filt Cgil Abruzzo torna ad incalzare la Giunta Regionale che con la Delibera n° 76 dello scorso 25 febbraio ha dato il proprio via libera alla ristrutturazione dei servizi dell'azienda Paoli bus del gruppo Arpa. Con una nota indirizzata all'Assessore ai trasporti Giandonato Morra e al Direttore regionale Carla Mannetti, il Segretario della Filt Abruzzo Luigi Scaccialepre (nella foto) ribadisce sia la ferma posizione del sindacato contraria al taglio dei servizi alla Paoli Bus che la contestuale richiesta di sospensione del provvedimento deliberato dalla Giunta Regionale con il quale verranno interrotti i collegamenti diretti da Scanno verso Roma e viceversa.
Il sindacato dei trasporti della Cgil contesta la decisione della Giunta regionale innanzitutto nel metodo. Il via libera della Regione Abruzzo è arrivato, infatti, esclusivamente sulla base di una richiesta aziendale, ignorando pertanto le valutazioni delle organizzazioni sindacali, degli Enti locali e delle associazioni dei cittadini.
Si è preferito prestare attenzione alle sole ragioni dell'impresa - prosegue nella nota Luigi Scaccialepre - negando ai portatori d'interesse e alle istituzioni, il diritto ad essere ascoltati e, conseguentemente a poter avanzare proposte alternative al drastico taglio dei servizi.
Naturalmente vi sono anche motivazioni di merito. La ristrutturazione dei servizi, afferma il Segretario della Filt Cgil Abruzzo, penalizza gli abitanti delle zone interne e dell'intera Valle Peligna in un contesto di particolare difficoltà per i cittadini di quell'area alle prese con la pesante situazione economica del territorio, con i tagli occupazionali e con i ben noti e tormentati collegamenti verso il resto della regione e la capitale. Una decisione che rischia inoltre di penalizzare ulteriormente il territorio Scannese, alle prese con una condizione di forte crisi turistica dovuta al drammatico terremoto Aquilano.
La Filt Abruzzo si rivolge pertanto all'Assessore Morra invocando la sospensione del provvedimento e l'apertura di quel tavolo di discussione più volte richiesto contestualmente all'utenza e agli Enti Locali interessati.
La soluzione - chiude la nota della Filt Abruzzo - per garantire un servizio migliore all'utenza del comprensorio e un futuro certo ai lavoratori rimane solo ed unicamente quella dell'incorporazione della Paolibus in Arpa, ricollocamento possibile in tempi brevi e prima della fusione tra Arpa Gtm e Sangritana.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it