Iscriviti OnLine
 

Pescara, 19/10/2020
Visitatore n. 697.677



Data: 29/07/2009
Settore:
Trasporto aereo
NASCE IPA, LA NUOVA ASSOCIAZIONE DEI PILOTI ITALIANI SOSTENUTA DA FILT CGIL E ANPAC - Promotori dell'iniziativa comandanti e piloti delle principali compagnie aeree italiane - Il comunicato congiunto Filt e Anpac

Si è costituita ieri una nuova associazione dei piloti italiani non a caso battezzata IPA ovvero Italian Pilots Association. L'iniziativa che ha come obiettivo quello di riunificare la rappresentanza professionale e sindacale dei piloti e dei comandanti in tutte le aziende di trasporto aereo italiano è stata annunciata nel corso di una conferenza stampa dal segretario generale della Filt-Cgil, Franco Nasso e dal presidente dell'Anpac, Fabio Berti (nella foto). A fondare questa nuova associazione non a caso sono stati infatti sei piloti, equamente divisi proprio tra le due organizzazioni sindacali ANPAC e FILT che sosterranno questa iniziativa invitando tutti i comandanti e piloti, ad aderire all'IPA, a cominciare proprio dagli iscritti Anpac e Filt (circa 1700 lavoratrori).
«L'operazione è stata tenuta riservata per non creare polveroni che in questa fase non aiutano.» Così il presidente ANPAC Fabio Berti ha spiegato la mossa a sorpresa con la quale conta di coinvolgere la stragrande maggioranza dei piloti delle compagnie aeree italiane «I numeri verranno dalla validità dell'operazione. Se l'operazione è valida i piloti arriveranno. ANPAC coglie in questo modo i vantaggi di una grande confederazione e FILT coglie i vantaggi di una associazione tecnico-professionale». Molto soddisfatto dell'iniziativa anche il Segretario Generale della Filt Cgil Franco Nasso secondo il quale «La riunificazione aiuterà anche un progetto generale per la rappresentanza che farebbe bene all'intero settore. Patto federativo - sostiene Nasso - vuol dire una cosa precisa: stare insieme e condividere» Alla base della nuova strategia sta, sottolinea Nasso, la «valutazione comune delle condizioni di crisi del settore e dell'unificazione per dare maggiore capacità complessiva di rappresentanza a questo settore. Il patto federativo è frutto di una riflessione molto attenta». A confluenza finita «ANPAC non ci sarà più», specifica Fabio Berti. La storica associazione professionale dovrebbe infatti sciogliersi secondo un percorso che Berti illustrerà al Consiglio Generale ed agli organi associativi, sostanzialmente esclusi dai contatti con FILT così come le altre sigle dei piloti. «Se avessimo coinvolto tutti l'operazione non sarebbe riuscita. Né mi risulta che gli altri ci abbiano informati di altre operazioni», spiega Berti. «Ma non è che non ho coinvolto nessuno. Ho informato le persone che so che hanno a cuore il futuro della categoria».
Da oggi scatta quindi la raccolta delle iscrizioni alla nuova associazione, mentre il 15 ottobre sarà avviata la procedura elettorale.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it