Iscriviti OnLine
 

Pescara, 22/01/2021
Visitatore n. 701.876



Data: 10/10/2009
Settore:
Trasporto pubblico locale
LEGITTIME LE ASSUNZIONI IN ARPA, INTERVENGONO LE SEGRETERIE NAZIONALI - Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti: «Il Decreto anticrisi non si applica alle aziende regionali». Tale interpretazione č condivisa dall'Associazione datoriale Asstra - La nota delle Segreterie Nazionali - Rassegna stampa

Sulla vertenza Arpa e sull'applicabilità del blocco delle assunzioni previsto dalla Legge 102/2009 (di conversione del D.L. 78/2009) e dalla Legge Regionale n. 6/2009, sono intervenute direttamente le Segreterie Nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. Con una nota trasmessa alla Regione Abruzzo e per conoscenza alla stessa Società Arpa, i Segretari nazionali Rocchi, Baricevic e Frontino hanno confermato quanto peraltro già anticipato dalle stesse Segreterie Regionali in merito all'inapplicabilità delle suddette norme alle aziende regionali. «Le disposizioni di cui al Decreto anticrisi - scrivono i sindacati - devono intendersi rivolte esclusivamente alle aziende operanti in ambito locale e pertanto a quelle riferibili alle proprietà o al controllo degli Enti locali con esclusione delle Regioni». Una interpretazione che, oltretutto, rammentano i sindacati «è condivisa dalla stessa Associazione delle aziende del trasporto pubblico locale Asstra». Anche sulla Legge Regionale n. 6/2009 Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti non hanno dubbi «Arpa S.p.A. , essendo a partecipazione regionale di controllo, non può essere destinataria della disposizione impartita dalla Regione Abruzzo per il contenimento delle spese». Infine le Segreterie Nazionali, ricordando la particolare situazione di difficoltà in cui versa il territorio abruzzese e la stessa società Arpa, hanno invitato la Regione ad una particolare attenzione agli organici aziendali

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it