Iscriviti OnLine
 

Pescara, 20/04/2024
Visitatore n. 736.237



Data: 02/11/2009
Settore:
Filt Cgil Abruzzo
VERTENZA ARPA: MANCA LA DIRETTRICE REGIONALE DI SETTORE, SALTA L'INCONTRO CON I SINDACATI - Incontro rimandato al 5 novembre ma le oo.ss avvertono «Non accetteranno nessuna iniziativa volta ad indebolire le Società pubbliche del TPL». Intanto scoppia un'altra grana sulla PE-NA-SA - Il comunicato dei sindacati

E' saltato all'ultimo momento il previsto incontro programmato lunedì 2 novembre con l’Assessore regionale ai Trasporti ed i vertici di ARPA SpA. Secondo la motivazione ufficiale, la causa sarebbe da ricercare nell'assenza della Direttrice regionale di settore, figura diventata, a quanto pare, indispensabile, più dello stesso Assessore nella gestione dei servizi di mobilità della regione e, in particolare, degli studenti universitari che frequentano le Facoltà aquilane. I sindacati regionali di categoria, in un comunicato trasmesso ai lavoratori, hanno evidenziato l'acuirsi delle preoccupazioni e delle tensioni, dopo la decisione di un ulteriore rinvio e perdita di tempo, mentre i pericoli e le conseguenze che deriverebbero da decisioni orientate verso l’indebolimento delle Aziende pubbliche sono sempre dietro l'angolo. Alla politica regionale - si legge nel comunicato - deve essere chiaro che i lavoratori e le Organizzazioni sindacali non accetteranno nessuna strumentale iniziativa volta a ridurre la presenza di ARPA sul territorio regionale e, più in generale, ad indebolire il modello di gestione delle Società pubbliche del TPL.

Pertanto sono indette assemblee in tutte le Sedi di lavoro non escludendo il ricorso ad azioni di lotta a tutela dei lavoratori e dei livelli occupazionali qualora nell’incontro programmato per giovedì 5 novembre dovessero emergere indirizzi non in linea con quanto richiesto dalle scriventi. Intanto scoppia un'altra grana e un altro attrito tra sindacato ed azienda. Il riferimento è all’articolo apparso sulla stampa regionale (leggi l'articolo) relativo ai presunti ritardi che condizionerebbero la linea Pescara-Napoli-Salerno, peraltro rivisitato da parte del Dipartimento Trasporti Terrestri proprio lo scorso anno.

Ci risulta - sostengno i sindacati - che le percorrenze risultanti dai turni di lavoro e verificati dall’Azienda unitamente alle RSA non sono rispondenti a quelle comunicate agli utenti. Pertanto vi preghiamo di fornirci copia del disciplinare di concessione del Dipartimento Trasporti Terrestri di Pescara e, nel contempo di adeguare gli orari alle necessità degli utenti e alle reali percorrenze dell’autolinea.

Ci riserviamo - minancciano i sindacati - di rivolgerci alla D.T.T. di Pescara per i dovuti accertamenti.


Speciale multimedia - Intervista al Segretario Generale della Filt Cgil Abruzzo Luigi Scaccialepre

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it