Iscriviti OnLine
 

Pescara, 23/10/2020
Visitatore n. 697.995



Data: 06/11/2009
Settore:
Attività ferroviarie
FERROVIE, ANCORA UN INCIDENTE MORTALE - La vittima, Domenico Ricco, 27 anni, era un operaio della squadra di pronto intervento di Rfi. I sindacati hanno proclamato uno sciopero per lunedì - Speciale multimedia (guarda il video) - Rassegna stampa

Dopo il tragico incidente di Firenze Castello dello scorso anno, dove perse la vita il collega Alessandro Marrai, un altro incidente mortale si è verificato la scorsa notte intorno alle ore 24,00 presso la stazione di Firenze Rifredi dove è deceduto il collega Domenico Ricco di 28 anni.

Le Segreterie Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti, Fast Ferrovie, Orsa Ferrovie esprimono il loro profondo cordoglio ai famigliari del collega Domenico RICCO.

Chiedono l'apertura e la rapida conclusione delle inchieste, in particolar modo quella della Magistratura, per fare piena luce sulla dinamica dell'incidente.

L'accertamento delle cause e delle responsabilità sono il primo passo che si chiede anche al Gruppo Ferrovie, con l'auspicio che non risponda più a tragedie di questo tipo trincerandosi ancora una volta dietro i dati statistici.

Le Segreterie Nazionali, ribadiscono l'assoluta necessità di una costante ed adeguata attenzione da parte di RFI sul ruolo e sull'utilizzo delle risorse, umane ed economiche rispetto ai problemi legati alla garanzia della sicurezza dell'esercizio ferroviario.

A tal proposito, è necessario ricordare che nonostante tutti gli sforzi fatti, anche in sede aziendale di "Commissione permanente sulla sicurezza del lavoro e della formazione", nell'ambito della quale è stata già condivisa l'opportunità di diffondere l'uso di specifici strumenti idonei a garantire in modo più efficace la sicurezza degli addetti alla manutenzione dell'infrastruttura ferroviaria, continuano a verificarsi incidenti sul lavoro gravi e spesso incomprensibili.

Evidentemente è necessario procedere anche ad una analisi del clima organizzativo per verificare l'adeguatezza delle attuali politiche gestionali.

LUNEDI' TRENI IN SCIOPERO - Le segreterie toscane di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil trasporti, Fast e Ugl hanno proclamato uno sciopero per lunedì: il personale di manutenzione infrastruttura Rfi incrocerà le braccia per l'intera giornata; gli altri dipendenti del Gruppo Fs per due ore, con disagi per la circolazione dei treni. «Il personale di manutenzione infrastruttura Rfi - spiega la nota - sciopererà per l'intera giornata, mentre il restante personale dipendente del Gruppo Fs sciopererà dalle 10 alle 12 (circolazione treni compresa)». «Al di là degli accertamenti che seguiranno per identificare la dinamica di quanto accaduto - aggiungono i sindacati - il sindacato chiede di individuare le responsabilità al fine di prendere provvedimenti urgenti ed evitare il ripetersi di tali tragedie. Abbiamo da tempo messo in campo varie iniziative per sensibilizzare Fs sulle problematiche della sicurezza; le risposte di Fs sono state sempre insufficienti ed inadeguate. Vogliamo qui denunciare le gravi responsabilità aziendali su questa ennesima tragedia». «Siamo vicini alla famiglia - ha detto l'ad di Ferrovie Mauro Moretti - stiamo valutando quali siano stati i motivi per cui questa cosa è accaduta; la dinamica non è ancora chiarissima. Naturalmente siamo tutti protesi affinchè queste cose non accadano più».

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it