Iscriviti OnLine
 

Pescara, 23/05/2022
Visitatore n. 717.777



Data: 08/10/2010
Settore:
Cgil
EPIFANI, NON ACCETTIAMO LEZIONI DA NESSUNO. SE SUPERA IL LIMITE SANZIONI ALLA FIOM - Il Segretario dela Cgil: «Le sedi sindacali vanno rispettate. Non è ammissibile alcun atto di prevaricazione o di violenza» - Epifani intervistato a Repubblica tv

Il Segretario della Cgil Guglielmo Epifani è stato ospite in studio a Repubblica tv per una lunga intervista a tutto campo condotta dal vicedirettore della testata Massimo Giannini. In primo piano i recenti episodi di intollerenza e di violenza che hanno interessato esponenti politici e organizzioni sindacali e che hanno portato a puntare l'indice contro la Cgil e la Fiom in modo particolare.
Epifani premettendo che la Cgil è una grande organizzazione che come tale non prende lezioni da nessuno, ha condannato con estrema fermezza simili episodi definendoli «atti ingiustificati, da condannare e nei cui confronti occorre intervenire».

SEDI SINDACALI, ERANO I FASCISTI AD ATTACCARLE «Esiste il limite della sede sindacale, - ha affermato Epifani riferendosi al recente attacco alla sede della Cisl - un simbolo della democrazia contro il quale non è ammissibile alcun atto di prevaricazione o di violenza: per quanto mi riguarda - ha precisato il segretario nazionale, se si supera questo limite scattano le sanzioni. Esistono regole che devono valere per tutti, dall'iscritto al segretario generale, e non si può restare nella Cgil se si fanno queste cose. Non esiste nessuna difficoltà a espellere, lo abbiamo fatto in passato e lo rifaremo se sarà necessario»

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it