Iscriviti OnLine
 

Pescara, 23/04/2024
Visitatore n. 736.321



Data: 12/11/2006
Settore:
Cgil
SINDACATI, PRONTI A DICEMBRE DI SCIOPERI. Disattesi gli impegni del governo per i trasporti.
LA LETTERA TRASMESSA AL GOVERNO

'Le varie situazioni di crisi nel settore dei trasporti, in assenza di un intervento correttivo da parte del governo, sono destinate a saldarsi provocando l'esplosione del conflitto''. A dirlo Ŕ una lettera inviata al premier Romano Prodi dai leader di Cgil, Cisl e Uil, Guglielmo Epifani, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti, insieme ai segretari generali delle categorie Filt, Fit e Uiltrasporti, Fabrizio Solari, Claudio Claudiani e Gianni Caronia. Il conflitto, si legge nella lettera, ''complice l'attuale regolamentazione del diritto di sciopero che definisce una lunga franchigia in coincidenza delle festivitÓ di fine anno, sarÓ concentrato nella prima metÓ del mese di dicembre con i prevedibili disagi conseguenti''. Prosegue la missiva: 'Subito dopo l'insediamento del nuovo governo le nostre Federazioni di categoria del settore dei trasporti avevano manifestato, con una lettera del 18 maggio scorso, le profonde preoccupazioni per lo stato del settore anche a seguito dei tagli indiscriminati operati dalla finanziaria dal precedente governo, oltre che per l'effetto di cinque anni di completo abbandono di ogni politica di programmazione nel settore. Successivamente, il 14 luglio, Ŕ stato sottoscritto un accordo, presso la Presidenza del Consiglio, nel quale si riconosceva l'urgenza di interventi finalizzati al superamento dell'attuale situazione di crisi e si concordava l'istituzione di una 'cabina di regia' per il settore allo scopo di consentire l'adozione di provvedimenti individuati coerentemente con le scadenze istituzionali della programmazione finanziaria. Con grande rammarico dobbiamo constatare che, allo stato attuale, la quasi totalitÓ dei nodi individuati restano senza soluzione e che la discussione in corso sulla finanziaria non sembra voler prevedere neppure le risorse minime per affrontare le emergenze, a partire dal rinnovo del contratto del trasporto pubblico locale scaduto ormai da quasi un anno'.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it