Iscriviti OnLine
 

Pescara, 25/05/2020
Visitatore n. 692.105



Data: 20/10/2011
Settore:
Istituzioni
TRASPORTO LOCALE. I SINDACATI AD ERRANI: «LA MANOVRA ECONOMICA ASSESTA UN ALTRO COLPO DISASTROSO» - I Sindacati invitano Il Presidente della Conferenza delle Regioni ad avviare un'iniziativa comune per soluzioni ai tagli tpl - Preleva il documento - Rassegna stampa

"Un incontro per poter congiuntamente verificare l'entitą dei tagli generati dai provvedimenti nazionali dell'ultimo biennio". Lo chiedono unitariamente Cgil, Cisl e Uil e le Federazioni di categoria Filt, Fit e Uilt al Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Vasco Errani, in merito alla situazione del trasporto locale urbano, extraurbano e ferroviario, sottolineando che "la manovra economica approvata il 14 settembre scorso assesta un altro colpo disastroso". "Condividiamo - scrivono ad Errani le organizzazioni sindacali confederali (nella foto il Segretario Confederale Cgil Fabrizio Solari) - le ragioni di forte dissenso espresso dalla Conferenza delle Regioni e ne sosteniamo le azioni intraprese e, per quanto noto, valutiamo ancora estremamente incerti e contraddittori i primi elementi che sembrano scaturire dagli incontri svolti nei giorni scorsi tra Conferenza e Governo". "In questo quadro - chiedono nella lettera Cgil, Cisl, Uil e le tre sigle di categoria - proponiamo un incontro su gli effetti determinati e determinabili dal nuovo quadro complessivo di compatibilitą finanziaria sui livelli quantitativi e qualitativi del servizio, sulle tariffe, sugli investimenti infrastrutturali e di materiale rotabile". "Riteniamo utile, convinte sostenitrici della necessitą di una profonda riorganizzazione industriale del settore del trasporto pubblico locale, - scrivono infine le tre sigle sindacali confederali e le federazioni dei trasporti - verificare le condizioni per l'apertura di una nuova fase di iniziativa che, attraverso il contributo di tutti i livelli istituzionali competenti, le rappresentanze sindacali e datoriali, ai rispettivi livelli confederali e di categoria, e su impulso della Conferenza, individui una sede per affrontare i gravi problemi aperti e delineare le possibili soluzioni".

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it