Iscriviti OnLine
 

Pescara, 23/04/2024
Visitatore n. 736.320



Data: 03/12/2006
Settore:
Ferrovieri
TRASPORTO FERROVIARIO IN ABRUZZO - Vertice in Regione con Giancarlo Laguzzi. Insoddisfatti i sindacati

Presso la Regione Abruzzo alla presenza dell'assessore regionale ai Trasporti, Tommaso Ginoble, e del responsabile nazionale della Direzione passeggeri regionale di Trenitalia, Giancarlo Laguzzi, si č tenuto il previsto vertice con i sindacati e le associazioni dei consumatori allo scopo di analizzare i problemi che affliggono il trasporto ferroviario nella nostra regione. Al centro della discussione il potenziamento della tratta Pescara-Roma, i macchinari obsoleti, la carenza di personale, ma anche le questione legate alle manutenzioni eseguite al di fuori della regione, l'integrazione degli orari, i ritardi e i treni soppressi. Rispetto alla tratta Pescara-Roma, sulla quale il Piano Regionale intergrato dei trasporti ipotizza un sistema di intermodalitą funzionale condivisa dalla Cgil e dalla Filt Abruzzo, l'assessore si e' augurato di poter cominciare a discutere entro Natale del processo di integrazione gomma-ferrovia tra l'Abruzzo e il Lazio. Sulle richieste avanzate dai sindacati sul potenziamento della forza lavoro, Laguzzi ha affermato che «Bisogna dare risposte tutti insieme alle esigenze della clientela, compatibili con lo scenario finanziario generale. Un miliardo e settecentomila euro di deficit non ci consente assunzioni 'a go go»
LE REAZIONI DEI SINDACATI. «Il risultato dei colloqui -sostiene Gaetano Iacobucci, segretario regionale Filt Cgil ferrovieri - non ha prodotto i risultati sperati. A questo punto credo che lo sciopero del trasporto ferroviario regionale del 15 dicembre sia inevitabile».

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it