Iscriviti OnLine
 

Pescara, 25/11/2020
Visitatore n. 699.333



ARPA, SI AVVICINA LO SCIOPERO - I sindacati proclamano lo stato di agitazione di tutto il personale. L'intervista a Luigi Scaccialepre

Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti dell'Abruzzo lo avevano già deciso nel corso della riunione con i delegati sindacali tenutasi a Pescara lo scorso 22 dicembre, ma le franchigie natalizie imposte dalla Commissione di Garanzia avevano costretto i segretari regionali a differire l'annuncio.

Ora è ufficiale: le segreterie regionali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti insieme a Faisa - Cisal e Ugl Trasporti hanno proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale di Arpa S.p.A. e l'attivazione delle procedure di raffreddamento e conciliazione.

A poco meno di quattro mesi dall'effetto spoil-system e dal cambio al vertice dell'azienda pubblica regionale di trasporto, i nuovi responsabili societari guidati dal Presidente Nicola Basilavecchia subiscono un primo duro attacco dai rappresentanti dei lavoratori.

I sindacati contestano una situazione di grave immobilismo la cui responsabilità è da attribuire unicamente al management aziendale reo di aver assunto, oltretutto, un rapporto inesistente e inconcludente con le Organizzazioni Sindacali.

Queste, in dettaglio, le contestazioni evidenziate dai sindacati e che costituiscono parte integrante della proclamazione dello stato di agitazione trasmesso oltre che alla stessa Arpa, all'Assessore regionale ai trasporti Ginoble, al Prefetto di Chieti, alla Commissione di garanzia, all'osservatorio sui conflitti nei trasporti e naturalmente agli organi di stampa.

- Definire un piano d'impresa capace di rilanciare l'azione aziendale e che le consenta di avere un ruolo di primo piano nel processo di riforma del T.P.L.;

- Individuare un piano d'investimenti importante in materiale rotabile, attrezzature per le officine e per la formazione di tutto il personale;

- Invertire il processo di esternalizzazione, soprattutto nella manutenzione che ha disperso negli anni le professionalità aziendali, nei servizi di pulizia degli autobus e delle sedi. Esternalizzazioni che hanno peggiorato, a giudizio delle scriventi, la qualità e la regolarità del servizio producendo contestualmente ricadute negative nei bilanci aziendali;

- Riconoscere il valore del lavoro nella più grande azienda di servizio di T.P.L. regionale attraverso la qualificazione delle relazioni sindacali, valorizzando lo strumento della concertazione sostituito nell'ultimo anno dall'Arpa, con quello della semplice comunicazione.

RASSEGNA STAMPA - "IL CENTRO" di venerdì 5/1/2007



www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it