Iscriviti OnLine
 

Pescara, 24/10/2020
Visitatore n. 698.028



Data: 08/01/2007
Settore:
Istituzioni
TICKET SUI FARMACI IN ABRUZZO - I sindacati chiedono il ritiro immediato della delibera regionale e minacciano una forte mobilitazione. La Finanziaria regionale 2007

I sindacati regionali dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uil Pensionati contestano i nuovi ticket sui farmaci imposti da una delibera regionale a partire dal 1° gennaio di quest'anno. In una nota firmata dai tre segretari regionali Mimì D’Aurora, Lucio De Matteis e Giovanni Orsini, Cgil, Cisl e Uil chiedono l'immediato ritiro del provvedimento annunciando la più ampia mobilitazione degli anziani abruzzesi.  Non sono servite, pertanto, le giustificazioni adottate dall’assessore regionale alla Sanità, Bernardo Mazzocca che rispondendo agli stessi sindacati regionali dei pensionati, aveva parlato nei giorni scorsi di una stata obbligata della Regione Abruzzo per fare fronte al costante aumento della spesa farmaceutica territoriale che nel 2005 è stata pari a 272.644.107,95 euro, con uno sfondamento, rispetto al tetto del 13%, pari a 11 milioni 480 mila euro. Mazzocca aveva inoltre motivato la delibera approvata lo scorso 2 ottobre con la necessità di adottare interventi «volti a razionalizzare la spesa farmaceutica, quali incentivazione dei farmaci equivalenti e nuove modalità di distribuzione di farmaci ad alto costo o elevata complessità terapeutica». La replica di Cgil, Cisl e Uil non si è fatta attendere «Non è in discussione l’obbligo imprescindibile di sanare un forte disavanzo o di rispettare i patti di stabilità sottoscritti» sostengono Mimì D’Aurora, Lucio De Matteis e Giovanni Orsini - «è in discussione piuttosto la strada intrapresa per quadrare i conti, e quella imboccata è sbagliata ed iniqua. L’elevazione a 50 centesimi del ticket, fissato invece a 20 centesimi dal tavolo ministeriale, corrisponde ad un aumento - sostengono Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uil Pensionati - che non ha nessun elemento di equità sociale ma risponde ad esigenze contabili e statistiche non di tagliare la spesa ma di fare cassa».

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it