Iscriviti OnLine
 

Pescara, 28/01/2020
Visitatore n. 686.432



Data: 13/06/2012
Settore:
Trasporto merci/logistica
CONTRATTI: APPROVATE LE PIATTAFORME PER IL TRASPORTO MERCI E PER I PORTI - Richieste di aumenti che consentano il pieno recupero del potere di acquisto del salario - Preleva la piattaforma del ccnl merci/logistica - Preleva la piattaforma del ccnl porti

Ccnl Trasporto merci/logistica - “Approvata l’ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto Logistica, Trasporto merci e Spedizioni”. Lo riferiscono unitariamente FILT CGIL, FIT CISL e UiILtrasporti sottolineando che “il testo approvato verrà sottoposto nella prossime settimane alla consultazione dei lavoratori”.
“La piattaforma tra i punti salienti per il rilancio e lo sviluppo del settore che interessa circa 700 mila addetti, contiene - riferiscono le tre organizzazioni sindacali di categoria - un forte impegno tra le parti sociali per contrastare l’illegalità diffusa nel settore attraverso un sistema di regole certe per l’intera filiera produttiva. Inoltre contiene strumenti per la lotta alla precarietà, attraverso l’estensione delle tutele sindacali e l’individuazione di percorsi di stabilizzazione e definizione dell’apprendistato come forma privilegiata d’ingresso nelle aziende”. “Nella piattaforma - spiegano infine FILT, FIT e UILT- sono confermati il welfare contrattuale, la previdenza complementare ed il sistema di relazioni industriali e contrattazione si atterrà agli accordi interconfederali del 28 giugno e 21 settembre 2011”.

Ccnl Porti - “Approvato lo schema di piattaforma per il rinnovo del contratto dei lavoratori dei porti che interessa circa 10mila addetti del settore”. E’ quanto riferiscono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti sottolineando che “il testo approvato verrà sottoposto nei prossimi giorni alla consultazione dei lavoratori”. “Con il rinnovo del contratto - scrivono le organizzazioni sindacali di categoria nella premessa alla piattaforma - prosegue il percorso già avviato con i precedenti contratti, volto a consolidare le regole e le tutele specifiche del lavoro in porto, ad aumentare le tenuta del sistema e lo sviluppo delle imprese, con un sempre maggior coinvolgimento dei lavoratori sulle scelte di natura organizzativa. “Il contratto - sottolineano Filt, Fit e Uilt - è anche una priorità per rispondere alla grave crisi economica con regole omogenee e condivise. Nello specifico del testo per quanto riguarda il welfare - sottolineano le organizzazioni sindacali - si punta a conciliare le norme che regolamentano le esigenze sociali, sanitarie e familiari con le esigenze organizzative dell’azienda”. Inoltre “nella parte dedicata al mercato del lavoro viene confermata la specificità del lavoro nei porti, anche alla luce delle nuove normative di regolamentazione”. “Obiettivo del contratto - sostengono infine Filt, Fit e Uilt - anche il miglioramento e l’aggiornamento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro e della formazione professionale, attraverso l’introduzione di precisi standard, permanenti e certificati, nella fase di inserimento ma anche per tutta la durata dell’attività”.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it