Iscriviti OnLine
 

Pescara, 08/12/2019
Visitatore n. 684.643



Data: 15/01/2007
Settore:
Filt Cgil Abruzzo
INTEGRAZIONE TARIFFARIA FERROVIARIA - Iacobucci (Filt Cgil): «Ora occorre puntare all'unicità contrattuale. Altrimenti è concorrenza sleale». La puntata integrale di Sei in Abruzzo

Ricca puntata di "Sei in Abruzzo" , la trasmissione dell'emittente regionale TV6 curata da Carmine Perantuono. Il tema della mobilità delle persone abbinato alle esigenze dei pendolari abruzzesi è stato oggetto del programma andato in onda venerdì 12 gennaio e che ha visto la partecipazione dell'Assessore regionale ai trasporti Tommaso Ginoble, del Presidente della Sangritana Loredana Di Lorenzo, del Presidente dell'Arco consumatori Lorenzo Cesarone e del responsabile regionale dei ferrovieri per la Filt Cgil Abruzzo Gaetano Iacobucci. Tra gli argomenti affrontati nel dibattito una particolare rilevanza è stata attribuita al progetto di Servizio Ferroviario Metropolitano Regionale (SFMR) che con l'integrazione tariffaria introdotta dallo scorso 10 dicembre, ha mosso finalmente i primi passi concreti.
Secondo l'Assessore Ginoble, il potenziamenti del trasporto su ferro «è una scelta necessaria per garantire alla comunità regionale un sistema cadenzato che costituisca la struttura portante del Tpl». L'integrazione con il trasporto su gomma favorirà la nascita - ha aggiunto l'Assessore - «di una rete competitiva con il trasporto privato e in grado di vincere la sfida della coesione territoriale, dei costi e dell'ambiente». Soddisfatta è apparsa anche Loredana Di Lorenzo che ha evidenziato il nuovo ruolo di partecipazione attiva assunto dalla Sangritana in contrapposizione al vecchio rapporto di subappalto che legava la società con sede a Lanciano a Trenitalia. Il responsabile regionale dei ferrovieri per la Filt Cgil Abruzzo Gaetano Iacobucci ha tuttavia ribadito la necessità di addivenire in tempi rapidi anche ad una unicità contrattuale nel trasporto ferroviario. «Dopo l'integrazione tariffaria - ha affermato Iacobucci - occorre che la Sangritana recepisca in tempi rapidi il contratto dell'attività ferroviaria per i propri addetti che esecitano trasporto su ferro». Rispetto al PRIT (Piano Regionale Integrato dei Trasporti), il coordinatore regionale dei ferrovieri della Filt si è mostrato scettico sull'ipotesi formulata dall'Assessore di una possibile approvazione entro giugno 2007. «Il nostro principale obiettivo resta comunque - ha sostenuto Iacobucci - quello di non perdere nemmeno un posto di lavoro aumentando l'offerta di trasporto nelle zone interne e fornendo una politica adeguata degli orari e dei prezzi». Infine un pensiero al Presidente Ottaviano Del Turco «I pendolari abruzzesi aspettano Il Presidente della Regione per verificare a che punto stanno le promesse manifestate in campagna elettorale» - ha tuonato Iacobucci .

La puntata integrale di "Sei in Abruzzo"

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it