Iscriviti OnLine
 

Pescara, 18/04/2024
Visitatore n. 736.196



Data: 12/12/2012
Settore:
Trasporto pubblico locale
TRASPORTO PUBBLICO LOCALE : L’11 GENNAIO 2013 L’ABRUZZO SI FERMA - I sindacati annunciano sciopero regionale. Intanto il virtuoso Chiodi non molla la presa sul 5° componente del Cda Arpa e venerdì ci proverà ancora - Preleva il resoconto della conciliazione (Prefetto) - La dichiarazione di sciopero - Il comunicato unitario

Nell’ambito di due Assemblee unitarie, tenutesi il 6 dicembre 2011 ed il 24 giugno 2012, i lavoratori del TPL regionale hanno palesato la necessità di gridare con forza l’improcrastinabilità di una seria riforma del trasporto pubblico locale regionale e della riorganizzazione delle tre Società pubbliche regionali, Arpa, Fas e Gtm.
Ad un primo impegno della politica regionale, culminato con l’approvazione della Legge 1/2012 che implementava quanto già previsto nella Legge 1/2011, è seguito un lungo ed ingiustificato immobilismo, non casuale, che di fatto ha affossato una delle riforme più attese nella nostra Regione in un quadro economico e sociale difficile come quello attuale.
Nelle due Assemblee con i lavoratori le Organizzazioni Sindacali hanno avuto un mandato chiaro e profondamente condiviso: mettere in campo ogni forma di lotta a sostegno di una riforma indispensabile, evitare lo spacchettamento del territorio regionale in micro bacini di riferimento e invertire la tendenza sui costi della politica nel trasporto pubblico locale.
Ebbene, ad oggi nessuno dei tre obiettivi è stato raggiunto e, al contrario, soffia forte il vento del “fare tutto per non fare niente”.
La riforma è rimasta sulla carta e sui costi della politica la Giunta Chiodi non ha trovato di meglio da fare che insistere per la nomina del quinto consigliere nel CdA dell’Arpa e provvedere anche alla nomina di un nuovo Dirigente in GTM.

A QUESTO GIOCO AL MASSACRO DICIAMO BASTA!

FILT CGIL FIT CISL UILTRASPORTI FAISA CISAL UGL TRASPORTI quindi:
• sostengono il progetto di riforma e la costituzione dell’Azienda unica regionale di TPL,
• ribadiscono la necessità di più politica DEI trasporti e meno politica NEI trasporti.
• contrastano l'idea di suddividere il territorio in più bacini perché non produce alcuna ricaduta positiva in termini di efficienza ed economicità del servizio e, paradossalmente, avrebbe il solo effetto di creare una serie di “feudi”.
• pretendono che la garanzia dei diritti dei lavoratori, pubblici e privati, sia alla base di ogni progettualità di riforma,

L’11 gennaio 2013, rispettando il mandato ricevuto da una categoria intera, si terrà la prima azione di sciopero regionale di tutti i lavoratori delle Aziende del trasporto pubblico su gomma.
Sarà la prima di una serie di proteste e manifestazioni che avranno termine solo a conclusione positiva della riforma e l’astensione dal lavoro sarà anche la risposta ad una certa politica ancorata su logiche inaccettabili e caratterizzate da un uso inappropriato dei soldi pubblici.
Le Segreterie regionali di FILT CGIL, FIT CISL, UILTRASPORTI, FAISA CISAL e UGL TRASPORTI Abruzzo terranno una conferenza stampa il prossimo 14 dicembre alle ore 10,00, di fronte alla sede Arpa di Chieti ed in concomitanza con la riunione dell’Assemblea degli azionisti finalizzata alla nomina del quinto Consigliere di Amministrazione.

I LAVORATORI SONO INVITATI A PRESENZIARE LA CONFERENZA STAMPA E
A PROMUOVERE UN SIT IN DI PROTESTA CHE SI TERRA’ DI FRONTE ALLA DIREZIONE GENERALE DELL’ARPA IL 14 DICEMBRE 2012 DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 12,00

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it