Iscriviti OnLine
 

Pescara, 15/04/2024
Visitatore n. 736.106



Data: 08/02/2013
Settore:
Filt Cgil Abruzzo
RIFORMA DEL TPL IN ABRUZZO: SCIOPERO SOSPESO. FIDUCIA SI', MA A TERMINE PER IL PRESIDENTE CHIODI - I sindacati sospendono le agitazioni in considerazione dei rinnovati impegni del Governatore e di una calendarizzazione di incontri settimanali - Rassegna stampa

Le Segreterie Regionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl trasporti hanno sospeso lo sciopero di 24 ore dei lavoratori delle aziende abruzzesi di trasporto pubblico locale previsto per venerdì 8 febbraio. Le motivazioni di questa decisione, come evidenziato nella nota formale trasmessa alla Commissione di garanzia per il diritto dell'esercizio di sciopero, sono riconducibili al rinnovato impegno assunto in prima persona dal Governatore della Regione Abruzzo Gianni Chiodi, che incontrando per la seconda volta in pochi giorni, le organizzazioni regionale del settore unitamente alle rispettive segreterie regionali confederali (presenti Di Cesare, Spina, Campo e Peretti), ha confermato la volontà della Regione a perseguire l'obiettivo della riforma del trasporto pubblico locale nella nostra regione.

L'AZIENDA UNICA REGIONALE RESTA IL PRINCIPALE OBIETTIVO DEL "PATTO PER IL TRASPORTO - Il patto per il trasporto o "L'agenda Chiodi per il trasporto" definiamolo come ci pare è, indubbiamnete un fatto nuovo in grado di far scoprire definitivamente le carte alla Regione e a chi fino ad ora ha giocato a nascondersi o a prendere tempo. L'assessore Morra, alle prese con la propria campagna elettorale e sempre più in difficoltà per i continui veti ed ostacoli posti dalla propria maggioranza sul processo di riforma del trasporto pubblico locale in Abruzzo, ha lanciato un SOS e il soccorso è arrivato inaspettatamente proprio da chi direttamente governa la Regione Abruzzo. Gianni Chiodi anche ieri, pur incalzato dai sindacati e pur replicando con un "non sapevo" e un "non conosco", ha mostrato tuttavia l'apparente convinzione a voler portare a compimento il progetto di fusione delle aziende pubbliche di trasporto, il pilastro se vogliamo, su cui si regge l'intero processo di riforma del settore.

RIFORMA SIGNIFICA NON SOLO AZIENDA UNICA MA ANCHE FONDO UNICO DEI TRASPORTI E TARIFFA UNICA REGIONALE - L'accoglimento di ulteriori elementi da inserire nel cosiddetto "patto per il trasporto" e la calendarizzazione di una serie di incontri programmati settimanalmente, sono stati determinanti per indurre responsabilmente i sindacati a sospendere lo sciopero. I punti che andranno ad integrare l'agenda (che comprende oltre all'azienda unica, l'eventuale proroga delle concessioni, un consorzio pubblico/privato e l'elemento della produttività) sono: Il fondo unico dei trasporti, la riprogrammazione dei servizi a seguito di quanto previsto dalla Legge di stabilità e la tariffa unica regionale.

QUANTO CHIODI SIA CREDIBILE LO SCOPRIREMO ... SOLO VIVENDO - Il rischio che si possa trattare di una ennesima boutade - parliamoci chiaro - c'è tutto. Del resto alcune recenti affermazioni del Presidente Chiodi e soprattutto il proprio programma elettorale per mezzo del quale gli abruzzesi lo hanno premiato nel 2008, non ci inducono ad essere estremamente fiduciosi. Tuttavia sondare la credibilità degli impegni assunti dal Presidente della Regione Abruzzo davanti ai Segreteri Regionali Confederali e di categoria, costituisce un dovere per i lavoratori che rappresentiamo e per i numerosi utenti del trasporto locale. Come detto, è stata fissata una calendarizzazione di incontri settimanali a partire dal prossimo 18 febbraio. Non sarà difficile già dalle prime riunioni, capire, se si vuole fare sul serio oppure no.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it