Iscriviti OnLine
 

Pescara, 23/04/2021
Visitatore n. 705.268



Data: 19/02/2005
Settore:
Ferrovieri
Ferrovieri: Comunicato unitario su incontro col Lunardi

FILT-CGIL -   FIT-CISL - UILT-UIL -   SMA-FAST - UGL AF - ORSA Ferrovie 

Segreterie Nazionali

 

 

 

Incontro con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

 

Primo risultato

della mobilitazione e  della lotta dei ferrovieri

 

 

 

Nel pomeriggio di oggi 18 febbraio si è svolto l’incontro con il Ministro Lunardi e i vertici di FS sul tema sicurezza del trasporto ferroviario e sulla situazione nel settore.

 

Il Ministro ha dichiarato la disponibilità ad affrontare i temi della piattaforma sindacale  riferiti alle regole per la liberalizzazione, allo sviluppo e alla sicurezza.

 

Per quanto riguarda l’assetto del Gruppo FS il Ministro ha  confermato le dichiarazioni dei giorni scorsi sull’assetto del Gruppo, che non sarà oggetto di separazione societaria.

 

L’intervento previsto  di scorporo,  rispettoso delle direttive dell’Unione Europea,  riguarda solo la parte di RFI che si occupa di certificazione di sicurezza e di gestione delle tracce.

 

Per quanto riguarda la sicurezza, il Ministro ha annunciato la costituzione di un Osservatorio  per la sicurezza nei trasporti, un organismo che si dovrà occupare in modo permanente della questione.

 

Il Ministro si è impegnato a presentare, entro giovedì 24, una proposta di dettaglio riferita alle caratteristiche dell’Osservatorio e alle modalità con le quali si svolgerà l’interlocuzione con le  organizzazioni sindacali.

 

L’opposizione del sindacato all’ordinanza riferita allo sciopero del giorno 11, sarà discussa dal TAR del Lazio il 19 maggio, da parte sua il Ministro ha dichiarato che lavorerà per ricercare una soluzione che consenta di superare la situazione favorendo una soluzione positiva.

 

Per quanto riguarda la liberalizzazione i sindacati hanno sollecitato il Governo al rispetto delle condizioni di reciprocità nei confronti degli altri paesi europei e ad adottare regole comuni a partire dall’applicazione del contratto nazionale delle attività ferroviarie a tutti gli operatori del settore ferroviario.

 

Il Ministro ha proposto di affrontare la questione nella prima riunione dell’Osservatorio.

 

Si tratta di impegni che dovranno essere verificati nel merito nei prossimi giorni .

 

L’Amministratore Delegato del Gruppo FS, Ing. Catania,   ha sottolineato la volontà di aprire il confronto con le Organizzazioni Sindacali, in sede aziendale, riconoscendo la percorribilità delle  proposte contenute nella piattaforma sindacale.

 

Allo stato, dopo il lungo silenzio, queste affermazioni rappresentano una novità.

 

Ovviamente tutto questo cose dovrà  essere verificato nel merito,  in tempi brevi,  attraverso il confronto serrato sul piano di sviluppo e sui relativi contenuti.

 

 

Queste  dichiarate volontà di FS non corrispondono però alla misura che i ferrovieri hanno dello stato dell’azienda e delle condizioni delle   nelle quali ogni giorno si lavora.

 

La percezione del degrado e la richiesta di cambiamento sono state alla base della mobilitazione della categoria e della grande giornata di lotta dell’11 febbraio.

 

I ferrovieri hanno scioperato e hanno sostenuto la piattaforma sindacale, l’ing. Catania ha dichiarato la  disponibilità al confronto.

 

 Adesso   attendiamo i fatti.

 

 

 

 

 

                                                        LE SEGRETERIE NAZIONALI

 

 

 

Roma, 18 febbraio 2005

 

 

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it