Iscriviti OnLine
 

Pescara, 22/04/2021
Visitatore n. 705.260



Data: 09/03/2005
Settore:
Ferrovieri
Ferrovieri, sindacati: Ipotesi sciopero in aprile

A due mesi dalla tragedia ferroviaria di Crevalcore, in cui persero la vita 17 persone, i rappresentanti dei sindacati dei ferrovieri si sono ritrovati in assemblea a Bologna, in occasione della 6/a giornata internazionale per la sicurezza, e da qui hanno ipotizzato la possibilità di uno sciopero generale di 24 ore, probabilmente il 10 o l'11 aprile, se non otterranno risposte concrete dal Governo e dall'Azienda. Per oggi i sindacati, riuniti a Bologna proprio perché capoluogo di una regione duramente colpita dagli incidenti ferroviari, avevano annunciato uno stop simbolico di cinque minuti dei treni in partenza e l'astensione dal lavoro del personale ferroviario e degli uffici dalle 12,45 alle 13,00, l'ora in cui avvenne l' incidente il 7 gennaio scorso. Di fatto però il blocco simbolico non è avvenuto, almeno alla stazione di Bologna. Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt-Uil, Sma Fast, Ugl Af e Orsa intanto hanno fatto della situazione e discussosul da farsi in vista degli incontri di domani, in Commissione trasporti al Senato, e dei prossimi giorni con l'azienda. Nel caso gli incontri non vadano a buon fine, i sindacati non escludono la possibilità di uno sciopero di 24 ore tra il 10 e il 15 aprile, probabilmente il 10 o l'11. 'Governo e Fs - ha spiegato Giovanni Luciano, segretario nazionale di Fit-Cisl - non stanno venendo incontro alle nostre richieste, quindi non escludiamo l' ipotesi di uno sciopero generale. Abbiamo chiesto più volte all'azienda di mostrarci il piano d'impresa, ma non ce lo fanno vedere. Sul fronte sicurezza, dopo l'incidente di Crevalcore non é cambiato nulla. Hanno solo deviato qualche treno, ma a livello strutturale tutto è come prima'. Al centro delle richieste dei ferrovieri, il rinnovo del contratto nazionale, ma soprattutto meno liberalizzazioni e più investimenti e regole per la sicurezza sui binari. Il giorno scelto per ribadirle è stato quello della giornata internazionale della sicurezza indetta su scala mondiale dalla International Transport Worker Federation (Itf), l' organizzazione internazionale dei sindacati, con lo slogan 'Safety first' (la sicurezza prima di tutto). 'Oggi - ha aggiunto il segretario nazionale della Filt-Cgil, Franco Nasso - i ferrovieri italiani, insieme ai colleghi di tutto il mondo, manifestano per la sicurezza. Chiediamo investimenti in tecnologie sia nelle infrastrutture che sui locomotori'.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it