Iscriviti OnLine
 

Pescara, 24/11/2020
Visitatore n. 699.332



Data: 29/03/2007
Settore:
Filt Cgil Chieti
SANGRITANA, PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE - Filt Cgil unitamente a Faisa Cisal e Fisast Cisas interrompono le relazioni industriali e chiedono la costituzione di un tavolo di conciliazione Il comunicato trasmesso dai sindacati

Per l'azienda di trasporto regionale guidata da Loredana Di Lorenzo non c'è pace. A pochi mesi dall'insediamento il presidente della Sangritana ha dovuto prendere atto di un nuovo stato di agitazione del personale. Questa volta a proclamarlo sono state Filt Cgil, Faisa Cisal e Fisast Cisas che hanno richiesto l’immediata costituzione di un tavolo di conciliazione. Nel documento trasmesso alla Commissione di Garanzia per l'esercizio del diritto di sciopero, ma anche al Prefetto di Chieti, all'Assesore regionale ai trasporti Tommaso Ginoble ed agli organi di stampa, si evidenzia totale disappunto sul comportamento della Dirigenza aziendale. Nonostante il sostegno di consulenti qualificati, lautamente retribuiti, - prosegue la nota - l’azienda non ha ancora prodotto un documento che descriva in modo chiaro gli obiettivi che intende realizzare nello scenario regionale, caratterizzato da appuntamenti importanti che richiedono scelte e strategie non più procrastinabili. In questo scenario, già di per se poco rassicurante, si ravvisa altresì una litigiosità fra i Dirigenti che pone l’azienda in uno stato di confusione e di immobilismo.  

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it