Iscriviti OnLine
 

Pescara, 25/11/2020
Visitatore n. 699.333



Data: 14/04/2007
Settore:
Ferrovieri
FERROVIERI, SCIOPERO PIENAMENTE RIUSCITO - I sindacati: «in mancanza di risposte immediate, sarà proclamato un nuovo sciopero di 24 ore». Moretti si difende «Il piano presentato è un vero piano di sviluppo» - Rassegna stampa

Lo sciopero nazionale delle attività ferroviarie "è pienamente riuscito". E' quanto affermano le organizzazioni sindacali Filt/Cgil, Fit/Cisl, Uiltrasporti, Fast Ferrovie, Ugl e Orsa Ferrovie, secondo le quali si è arrivati alla protesta in mancanza di una convocazione da parte del Governo e del gruppo Fs. I sindacati fanno sapere, inoltre, che "considerata l'entità dei problemi aperti, in mancanza di risposte immediate, sarà proclamato a breve un nuovo sciopero di 24 ore". Lo sciopero nazionale di otto ore dei ferrovieri ha creato dunque notevoli disagi all'utenza anche se l'azienda parla di un'adesione attestabile intorno al 30%. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Fast Ferrovie, Ugl e Orsa Ferrovie hanno protestato in mancanza di una convocazione da parte del Governo e del gruppo Fs e se non saranno convocati sono pronti a replicare questa volta con uno stop di 24 ore. I lavoratori chiedono il rinnovo del contratto, un piano d'impresa per lo sviluppo e una politica del settore che incentivi il trasporto ferroviario. Sono contro la liberalizzazione senza regole, il possibile ridimensionamento delle Ferrovie, l'attacco ai livelli occupazionali e al reddito dei ferrovieri e dei lavoratori dell'indotto.
Prova a difendersi l'amministratore delegato del Gruppo Fs Mauro Moretti secondo il quale il piano presentato agli azionisti e al Governo sarebbe un vero piano di sviluppo che si fonda sul trasporto locale e metropolitano. «In quattro anni - ha sostenuto Moretti - contiamo di aumentare l'offerta del 35% arrivando a otto miliardi di passeggeri per chilometro in più, grazie a un piano di investimenti di 6,4 miliardi di euro».

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it