Iscriviti OnLine
 

Pescara, 23/10/2020
Visitatore n. 697.996



Data: 13/05/2014
Settore:
Autostrade
STRADA DEI PARCHI NON HA "TEMPO DA PERDERE" CON LE PARTI SOCIALI. LA REPLICA DEL SINDACATO: SARA' SCIOPERO - Singolare ed incomprensibile l’atteggiamento dell'azienda al tavolo delle trattative. Stop il 31 maggio e il 1° giugno - Preleva il comunicato sindacale - La dichiarazione di sciopero


Singolare ed incomprensibile l’atteggiamento di Strada dei Parchi, rappresentato al tavolo del confronto sindacale. Sarà il nuovo che avanza, sarà il fastidio per il confronto, sarà per la voglia di cercare scorciatoie o più semplicemente per giustificare il proprio operato, ma la rappresentazione e la cifra del confronto avuto oggi in azienda può essere così riassunta:
“Non abbiamo tempo da perdere, decidiamo in maniera unilaterale con quali mezzi e risorse umane concediamo le ferie e più in generale in questa azienda vi sono troppi dipendenti e troppi diritti”. La realtà è più complessa di quanto l’azienda tenti di rappresentare ogni qualvolta bisogna confrontarsi su diritti di legge e contrattuali.
La discussione, così impostata, ovviamente ha avuto vita breve ma ugualmente nel breve lasso di tempo siamo stati resi edotti di una serie di determinazioni unilaterali che l’azienda intende mettere in campo. Ve le riassumiamo: “decisione unilaterale di mancata copertura del turno notturno in 8 stazioni autostradali, introduzione per unilaterale determinazione delle monosquadre viabilità, disdetta dell’accordo sul rimborso spese calzature al personale, richiesta al personale di Direzione di rendersi disponibile al cambio mansioni per sostituzione personale esazione in ferie.” Il tutto ovviamente condito con minacce di ricorso a licenziamenti, mobilità e cassa integrazione.
Non stiamo ahimè scherzando. E’ tutto vero. Di altro avremmo dovuto oggi parlare. Avremmo dovuto, come da impegni presi, definire la formula del premio di risultato, ratificare quanto previsto in materia di detassazione del salario di produttività, approvare i piani ferie del personale e quante unità di lavoratori a termine necessarie a permettere la fruizione del diritto. Nulla di tutto questo si è potuto affrontare. Con la riunione odierna si tira una linea netta che interrompe un percorso costruttivo e responsabile intrapreso nel luglio scorso. I responsabili di tale rottura non sono ovviamnete le Organizzazioni Sindacali, a meno che non si sia frainteso il significato della parola responsabili.
Siccome A VOLTE RITORNANO, è ancora una volta necessario far sentire la voce e la forza dei lavoratori.
Filt-Cgil, Uiltrasporti, Sla-Cisal, Ugl-At dichiarano pertanto lo STATO DI AGITAZIONE DEL PERSONALE ed indicono l’ASSEMBLEA DEI LAVORATORI per il giorno 15 MAGGIO 2014 alle ore 14,30 presso il CENTRO ESERCIZIO DIVALLE DEL SALTO e indicono sin da ora lo SCIOPERO DI TUTTO IL PERSONALE STRADA DEI PARCHI non soggetto alla legge 146/90 con le seguenti modalità:
per i non turnisti ultime 4 ore della prestazione di Venerdi 30 Maggio 2014;
per i turnisti le ultime 4 ore del turno di Domenica 1 Giugno 2014;
per i turni sfalsati e spezzati le ultime 4 ore della prestazione di Domenica 1 Giugno 2014

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it