Iscriviti OnLine
 

Pescara, 27/10/2020
Visitatore n. 698.112



ALITALIA, IL 21 MAGGIO NUOVO STOP DI 24 ORE DEGLI ASSISTENTI DI VOLO - I sindacati: «Nessuna risposta sul rispetto degli accordi contrattuali, degli organici necessari e delle competenze economiche» - Il comunicato unitario

Le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl T.A., Sdl, Anpav e Avia hanno proclamato un nuovo sciopero di 24 ore degli assistenti di volo di Alitalia per il 21 maggio prossimo. La decisione è stata presa dopo la rottura della trattativa con l'azienda per il rinnovo del contratto degli assistenti di volo. Le sette sigle sindacali denunciano la “insostenibile situazione” in cui versa la categoria del personale navigante di cabina di Alitalia. “Il disagio dei lavoratori, la violazione degli accordi sottoscritti, il peggioramento progressivo ed inarrestabile del clima, l'inaccettabile atteggiamento di chiusura assunto dall'azienda c’impongono - affermano i sindacati - un’ulteriore presa di distanza dalle responsabilità in capo all'azienda ed all'azionista di riferimento che, necessariamente, dovranno assumersi ogni onere su quanto accadrà nel prossimo immediato futuro”. “A seguito della mancata soluzione della vertenza e a sostegno della stessa, dopo le iniziative di mobilitazione già svolte, per rivendicare il rispetto degli accordi, per il rinnovo del contratto collettivo di lavoro, a moratoria scaduta il 31 dicembre 2005, per il ripristino del dettato contrattuale violato dall'azienda”, i sindacati, pertanto, proclamano un’ulteriore iniziativa di sciopero di 24 ore. Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl T.A., Sdl, Anpav e Avia, infine, “ribadiscono la disponibilità al confronto su basi di reciproco rispetto ed invitano le istituzioni ad offrire un contributo per la gestione di una vertenza che diventa di ora in ora sempre più insostenibile”.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it