Iscriviti OnLine
 

Pescara, 12/12/2019
Visitatore n. 684.845



Data: 29/05/2006
Settore:
Filt Cgil L'Aquila
ANCORA UN BLOCCO PER LA ROMA-PESCARA. Iacobucci (Filt Cgil): «Bisogna che le Ferrovie voltino pagina per quanto riguarda la linea abruzzese»

La Filt Cgil esce ancora allo scoperto per denunciare ancora una volta il degrado del sistema ferroviario abruzzese. Il segretario della Filt Cgil di L'Aquila Gaetano Iacobucci (nella foto) in qualità di responsabile regionale dei ferrovieri interviene a margine di un ennesimo disservizio che ha interessato nella giornata di domenica la tratta ferroviaria Roma-Pescara completamente bloccata tra Bagni di Tivoli e Roma Tiburtina per l'attivazione del doppio binario tra Salone e Lunghezza.
Si comincia dal parco rotabile. Secondo Iacobucci «Occorre che l’intero parco macchine venga rinnovato. Alcune sono vecchie di 30 anni. Vanno subito introdotte sulla linea nuove tecnologie, che rendano i treni efficienti e li facciano arrivare in orario». L'appello ai vertici di Trenitalia. «Bisogna - afferma il segretario della Filt Cgil - che le Ferrovie voltino pagina per quanto riguarda la linea abruzzese se vogliono che tante persone continuino a prendere il treno. I viaggiatori pagano il biglietto, pertanto bisogna garantire loro servizi efficienti».



LEGGI RASSEGNA STAMPA - Il Centro




www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it