Iscriviti OnLine
 

Pescara, 21/11/2018
Visitatore n. 662.321



 

Data: 08/09/2018
Settore: Filt Cgil Abruzzo

ESPOSTO DELLA FILT CGIL AL MINISTERO: IN ABRUZZO LA SOCIETA' TUA HA SOPPRESSO 42 CORSE FERROVIARIE NEGLI ULTIMI TRE MESI CON RICADUTE PER I PENDOLARI DI ABRUZZO, MARCHE E MOLISE - L'accusa della Filt Cgil: «Disservizi ascrivibili quasi unicamente a carenze strutturali di personale di condotta e di scorta». Immediata la risposta dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti che attraverso il Presidente Camanzi, dopo aver ringraziato il Sindacato per la segnalazione, ha preannunciato un'attenta verifica non escludendo azioni di competenza - Preleva la denuncia della Filt Cgil Abruzzo - La nota di risposta del Presidente dell'Art Andrea Camanzi - Rassegna stampa

Con un corposo esposto indirizzato a cinque Prefetture (Chieti, Pescara, Teramo, Campobasso e Ascoli Piceno) e, per conoscenza, al Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, all’Autorità di regolazione dei trasporti, alle Istituzioni regionali nonché ai Direttori e ai Dirigenti che operano per conto della Regione Abruzzo, la Filt Cgil Abruzzo ha denunciato l’increscioso fenomeno che attiene la soppressione indiscriminata di servizi ferroviari essenziali attinenti il trasporto pubblico locale dei pendolari.

(di seguito allegata) che si muovono periodicamente per motivi di lavoro e di studio anche al fine di raggiungere regioni limitrofe quali Marche e Molise.La scrivente Segreteria Regionale, intende porre all’attenzione
Le soppressioni di servizi ferroviari sono state operate dalla Società Unica Regionale di trasporto (Tua spa) nell’arco temporale 5 giugno 2018 / 2 settembre 2018 ed hanno comportato disservizi e disagli ai pendolari che si muovono periodicamente per motivi di lavoro e di studio anche al fine di raggiungere regioni limitrofe quali Marche e Molise.

Secondo la Filt Cgil Abruzzo le cancellazioni dei servizi desumibili peraltro dettagliatamente consultando il sito web della stessa società regionale di trasporto, sono pressoché unicamente ascrivibili alla carenza di personale di condotta e di scorta (macchinisti e capitreno), fenomeno ormai diventato strutturale nonostante le frequenti e documentate sollecitazioni sollevate dalla scrivente organizzazione sindacale ancor prima della costituzione della stessa società regionale, risalente al 2015.

Proprio in quello stesso anno - sottolinea nella nota il Segretario della Filt Cgil Abruzzo Franco Rolandi - e , in considerazione delle difficoltà per le società di trasporto che operano nel settore ferroviario a reperire nuovo personale di condotta e di scorta in grado di sopperire alle carenze di organico, proponemmo alla stessa società regionale di organizzare corsi di formazione interna indirizzati al personale aziendale dai quali, in meno di due anni, si sarebbe potuta determinare una graduatoria di macchinisti e capitreni idonei a subentrare al personale collocato in quiescenza o che, per altri motivi, ha scelto liberamente di lavorare presso altre società trasportistiche.

E’ quantomeno sconcertante - prosegue Rolandi - dover constatare l’immobilismo di un’azienda che opera in qualità di concessionario di un servizio pubblico, nella gestione di linee essenziali di trasporto per i pendolari e per la mobilità.
Un immobilismo - continua il Segretario della Filt Cgil Abruzzo - che si trascina almeno da tre anni e che, in relazione a questa importante insufficienza di forza lavoro, sta determinando le comprensibili e costanti lamentele da parte dell’utenza anche in considerazione di inefficienze che a questo punto, risultano riconducibili a carenze nell'organizzazione e gestione del servizio da parte di TUA Spa, piuttosto che a motivi esogeni.

Duole altresì apprendere - conclude Rolandi - che la stessa società regionale, proprio in questi giorni, invece di gestire e trovare un’immediata soluzione a questo inaccettabile e costante disservizio per l’utenza, sembrerebbe invece interessata a reperire ed a favorire l’ingresso in azienda di nuove figure dirigenziali.

Non si è fatta attendere la risposta dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART) che attraverso il Presidente Andrea Camanzi, ha innanzitutto ringraziato il Segretario della Filt Cgil Abruzzo, per aver informato l'Autorità sulle criticità relative ai servizi di trasporto pubblico locale ferroviario operati dalla Societa Unica Regionale di trasporto TUA spa, ma ha altresì assicurato che sarà cura degli Uffici valutare se ricorrano gli estremi per un'azione di competenza

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it