Iscriviti OnLine
 

Pescara, 17/09/2019
Visitatore n. 681.369



Data: 16/12/2007
Settore:
Cgil Abruzzo
RIFORMA DEGLI ENTI STRUMENTALI, NESSUN TAGLIO AI CDA - Gianni Di Cesare (Cgil Abruzzo): «Disattesa la delibera della Giunta Regionale che prevedeva la riduzione dei Consiglieri di Arpa, Gtm e Sangritana» - La denuncia del "Sole 24 ore" - La delibera della Giunta Regionale

La riduzione dei costi della politica ha costituito e costituisce uno dei principali obiettivi del Governatore della Regione Abruzzo Ottaviano Del Turco. Con la Finanziaria dello scorso anno, il presidente della Regione confermò l'intenzione di andare verso quella direzione in perfetta trasparenza e nel rispetto degli impegni assunti nei confronti degli elettori e dei cittadini abruzzesi. Tra i primi provvedimenti ipotizzati, vi era la riforma degli enti strumentali della Regione e di quelle società partecipate dalla Regione stessa. Per tale motivo, lo scorso 9 luglio, La Giunta Regionale ha difatti approvato la delibera 644 con la quale è stato fissato un tempo limite di 180 giorni per ridurre a tre il numero dei componenti nei Consigli di Amministrazione di dette società tra le quali figurano le tre aziende di trasporto regionale Arpa, Gtm e Sangritana. Tuttavia ad oggi non si è dato seguito a questa assunzione di responsabilità e le tre aziende di trasporto e con loro altri Enti strumentali, hanno conservato nei propri Cda gli attuali cinque componenti. Se questo immobilismo è stato sottaciuto nell'ambiente politico regionale, non è passato affatto inosservato tra gli organi di stampa e nella Cgil abruzzese. Il Segretario Generale della Cgil Gianni Di Cesare, commentanto la notizia pubblicata dal quotidano "Il sole 24 ore" che ha rilevato come l'Abruzzo insieme alla Sicilia, sia tra le poche regione a non aver applicato la circolare Lanzillotta, ha denunciato i continui ritardi della Regione nella riorganizzazione del sistema dei trasporti. «L'ultimo incontro con l'assessore regionale ai trasporti ci ha lasciato delusi - ha affermato Gianni Di Cesare - Si è trattato di un ennesimo incontro interlocutorio senza l'assunzione di quelle decisioni che il sistema della mobilità attende da tempo». La Cgil e la Filt Abruzzo si chiedono che fine abbiano fatto i progetti di unificazione delle aziende di trasporto e la riduzione dei Componenti nei Consigli di aministrazione previsti da una Delibera di Giunta Regionale «I 180 giorni previsti per ridurre i Cda - precisa il sindacato - scadranno il prossimo 9 gennaio, ma non ci sembra che la regione voglia perseguire quanto ha espressamente deliberato». La conferma, infatti è arrivata da Tommaso Ginoble, l'assessore con delega ai Trasporti, il quale sull'argomento ha dichiarato di voler aspettare ancora «Vogliamo realizzare, tramite fusione di Arpa, Gtm e Sangritana, un'unica società di trasporti regionale, una sorta di holding - ha affermato Ginoble - Per questo non abbiamo ancora proceduto con la riduzione del numero dei consiglieri in queste tre realtà».



Rassegna stampa - "Il Messaggero"

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it