Iscriviti OnLine
 

Pescara, 17/09/2019
Visitatore n. 681.369



Data: 12/12/2007
Settore:
Trasporto merci/logistica
SCIOPERO TIR: FILT-FIT-UILT, MODALITĀ INACCETTABILI - I sindacati: ĢIl governo deve pretendere anche dagli imprenditori che hanno messo in atto il 'fermo selvaggio' il rispetto delle regoleģ - Rassegna stampa

Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, considerano 'inaccettabile e da condannare' i blocchi alla circolazione attuati in molte città e sulle principali vie di comunicazione dal settore dell'autotrasporto. Scrivono in una nota congiunta i sindacati dei lavoratori dei trasporti: “Questa è la prevedibile conseguenza dell'assenza di una programmazione nella politica dei trasporti: diventare ostaggi di tutte le peggiori forme di corporativismo. Prima i taxisti e ora le imprese di autotrasporto”. Aggiungono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti: “Non siamo in presenza di uno sciopero dei lavoratori, ma di una vera e propria serrata attuata da imprenditori disponibili a qualsiasi gesto pur di conservare lo 'status quo' di un sistema di trasporto non più in grado di competere in Europa. La decisione di attuare blocchi che violano il codice della strada, impediscono alla maggioranza dei lavoratori di poter continuare nell'attività e sottopongono i cittadini a disagi inaccettabili va denunciata e contrastata con decisione. Il paese non può essere posto sotto ricatto da una esigua minoranza che vuole difendere interessi corporativi, pretendendo che le tasse dei cittadini siano indirizzate a finanziare le imprese e le loro associazioni di rappresentanza” Conclude la nota: “I lavoratori e il sindacato che li rappresenta quando decidono di attuare forme di sciopero, oltre a perdere le ore di retribuzione, rispettano i servizi di pubblica utilità e garantiscono i diritti dei cittadini. Il governo deve pretendere anche dagli imprenditori che hanno messo in atto il 'fermo selvaggio' lo stesso rispetto delle regole”.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it