Iscriviti OnLine
 

Pescara, 17/09/2019
Visitatore n. 681.369



Data: 15/02/2008
Settore:
Cronache
MILANO, SPAVENTOSO SCONTRO TRA BUS E TRAM IN PIENO CENTRO. - Cgil Cisl e Uil: «Siamo costretti a segnalare la criticità costante in cui sono costretti ad operare i lavoratori dell'Atm» - Rassegna stampa

Nemmeno sui mezzi pubblici si viaggia tranquilli. Il pesante bilancio di un morto e di ventuno feriti (di cui tre molto gravi) in conseguenza dell'incidente stradale tra un autobus e un tram Atm verificatosi davanti al Palazzo di Giustizia di Milano pone tanti interrogativi sulla questione sicurezza e sulle continue violazioni del codice della strada da parte di automobilisti indisciplinati. E' il caso dell'uomo alla guida della Porsche (attualmente indagato per omicidio colposo) che avrebbe provocato, con una manovra azzardata, il terribile incidente in pieno centro di Milano poco dopo le 15 di giovedì. Sull'accaduto i sindacati confederali di categoria esprimendo profondo cordoglio per l'incidente, ribadiscono la criticità costante in cui sono costretti a lavorare i dipendenti dell'Atm.
Per Cigl, Cisl, Uil e Orsa dell'Atm, «il servizio di trasporto urbano non ha elementi d'insicurezza e anche in questo caso sembra sia conseguenza dell'ennesima e grave violazione del codice della strada di un mezzo privato che probabilmente non poteva transitare nelle corsie riservate. Chiediamo al Comune e ad Atm di attivare tutte le iniziative, corsie preferenziali protette, controlli rigorosi da parte delle forze dell'ordine, che facciano da reale deterrente». Il segretario nazionale della Filt Cgil, Franco Nasso, a nome di tutta l'organizzazione, esprime il suo profondo cordoglio ai familiari della vittima dell'incidente avvenuto a Milano. Secondo Nasso: "bisogna sempre mettere al centro la sicurezza, investendo risorse per il miglioramento della viabilità e dei mezzi." Secondo Lino Cortorillo della Segretario Filt Cgil Lombardia «Chi guida a Milano spesso è imbizzarrito dalle code e cerca vie di fuga e scappatoie senza rendersi conto del pericolo che procura agli altri»

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it