Iscriviti OnLine
 

Pescara, 30/05/2020
Visitatore n. 692.285



Data: 01/07/2010
Testata giornalistica: Il Centro
Comune e Gtm, lite sui parcheggi. Russo annuncia: via i posti auto sulla riviera, ma Fiorilli lo smentisce. Solo i sindacati hanno espresso parere favorevole

IL PASTICCIO Un manifesto del presidente ha scatenato l'allarme

PESCARA. I parcheggi, lato monte, del lungomare Matteotti «verranno eliminati». Anzi, no. Non era mai accaduto fino ad oggi che l'amministrazione comunale dovesse intervenire per smentire un annuncio del presidente della Gtm. Ieri, è successo.

MANIFESTO DELLA GTM Un manifesto (guarda), firmato dal responsabile dell'azienda di trasporto pubblico, Michele Russo, apparso in mattinata nella bacheca sindacale, ha annunciato una mezza rivoluzione per il lungomare Matteotti. «Grazie all'azione congiunta portata avanti negli ultimi mesi dall'azienda e dalle organizzazioni sindacali», è scritto, «in data odierna l'amministrazione comunale di Pescara ha reso noto che, a breve, sarà garantita una maggiore sicurezza alle corsie di entrambi i sensi di marcia del lungomare Matteotti, mediante l'eliminazione dei percheggi presenti sul lato monte, che saranno sostituiti da stalli riservati alla sosta dei motocicli». In pratica, in base a quanto si legge nell'avviso, da piazza Primo maggio alla Madonnina dovrebbero sparire un centinaio di posti sul lato monte.

SCOPPIA LA PROTESTA Nel giro di qualche ora, dall'affissione del manifesto, si è scatenato un putiferio. Residenti e balneatori della zona si sono messi subito in allarme, per la paura di perdere decine di posti auto, proprio nel periodo estivo di maggiore carenza di parcheggi pubblici. Le prime reazioni sono state tutte negative.
Poi è arrivata anche una nota dal centrosinistra. «In piena stagione estiva», ha affermato il consigliere del Pd Antonio Blasioli, «l'amministrazione Mascia sembrerebbe voler proporre strane ipotesi di eliminazione di tutti i parcheggi auto lato monte. Sconcerta che simili idee siano tenute in un cassetto e tirate fuori per colpi di scena che, più che la sorpresa, fanno pensare a seri sintomi di insolazione». Blasioli ha quindi ricordato che quest'anno il Comune non ha ancora raggiunto un accordo con la Gtm per farsi assegnare gratis l'area ex Fea da destinare a parcheggio.

CGIL SODDISFATTA Commenti positivi, invece, sono arrivati dai sindacati, in trattativa con l'azienda per ottenere importanti impegni su viabilità e sicurezza. Nei mesi scorsi, Filt Cgil, Fit Cisl e Uilt Uil hanno inviato un documento all'azienda indicando tutti i tratti di strada più critici per il passaggio degli autobus. Tra questi, figura anche il lungomare Matteotti. La vertenza ha visto anche l'intervento del prefetto. Così ieri i sindacati, quando hanno visto il manifesto in bacheca che annunciava la prima soluzione ai tanti problemi segnalati, hanno espresso soddisfazione.

ALTOLA' DAL COMUNE Pare che l'assessore al traffico Berardino Fiorilli sia andato su tutte le furie quando ha saputo dell'iniziativa intrapresa da Russo. «Non c'è nessun accordo per eliminare i parcheggi», avrebbe detto. Poi, nel pomeriggio, ha inviato un comunicato molto diplomatico per correggere la Gtm. «Stiamo prendendo in esame diverse ipotesi», si legge, «che però, per ora, non hanno ancora avuto definizione e soprattutto sono strettamente connesse a un intervento fondamentale: la riapertura estiva dei parcheggi nell'ex Fea».

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it