Iscriviti OnLine
 

Pescara, 21/09/2020
Visitatore n. 696.419



Data: 27/10/2006
Testata giornalistica: La Repubblica
Cgil, 4/11 non parteciperemo a 'stop precarietÓ'

"Le parole dei Cobas impediscono la nostra partecipazione alla manifestazione del 4 novembre sulla precarieta'": lo ha detto Carlo Podda, segretario generale FP-Cgil nazionale, dopo la riunione della segreteria per valutare le ragioni della partecipazione al Comitato promotore-Stop precarieta' ora ed alla manifestazione nazionale indetta per il prossimo 4 novembre. La scelta di partecipare a questo Comitato, spiega la Cgil, e' stata dettata dalla valutazione circa l'opportunita' di mantenere un rapporto con quei tanti soggetti, movimenti, associazioni, che oggi, come negli anni che sono dietro di noi, sono in grado di cogliere la complessita' delle questioni che oggi percorrono la societa' italiana. Ma c'e', nella ricerca di stare anche nei movimenti, un punto per noi di discrimine che non puo' essere mai valicato e riguarda la non violenza ed il rispetto pure nell'asprezza della dialettica politica. Questo confine, prosegue la Cgil, e' per noi stato superato con la locandina dei Cobas pubblicata dal Manifesto il 25 ottobre, nella quale si usa un linguaggio violento, si personalizza la critica politica, si esprimono giudizi sulla Cgil intollerabili e si torna ad utilizzare una logica amico/nemico che inficia un qualsiasi dibattito democratico. Abbiamo chiesto al Comitato promotore di prendere le distanze dall'iniziativa dei Cobas, ma al termine della giornata di ieri, abbiamo dovuto prendere atto del fatto che cio' non era possibile. Per questi motivi riteniamo impossibile la nostra partecipazione alla manifestazione del 4 novembre.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it