Iscriviti OnLine
 

Pescara, 23/05/2022
Visitatore n. 717.783



Data: 03/02/2013
Testata giornalistica: Il Tempo d'Abruzzo
Cinque nuovi pullman a due piani Dall’Abruzzo a Roma in comodità. Il presidente Cirulli: «Un segnale di vicinanza ai tanti pendolari» (Guarda la foto)

Trasporti. I mezzi dell’Arpa dotati di 86 posti ciascuno, di tavolini e wi-fi

Raggiungere Roma dall’Abruzzo sarà ancora più confortevole con i cinque nuovi autobus che sono andati ad arricchire la flotta delle Autolinee regionali pubbliche abruzzesi. Cinque mezzi ultramoderni, su due piani, capaci di trasportare 86 passeggeri ciascuno, sono stati presentati ieri mattina nella sede territoriale dell’Arpa di Avezzano. Gli autobus, la cui vocazione è appunto il collegamento regionale con la capitale, saranno dislocati in tre diverse sedi territoriali: due ad Avezzano, due all’Aquila, uno a Pescara. «Per questa presentazione è stata scelta la sede di Avezzano - ha detto il presidente dell’Arpa Massimo Cirulli - per dare una forma di riconoscimento ad un territorio che, per quanto ci riguarda, presenta i maggiori dati di crescita. E poi anche per dare un segnale di vicinanza ai pendolari che quotidianamente raggiungono Roma, partendo proprio dalla Marsica. L’investimento fatto dall’Arpa - ha aggiunto Cirulli - è anche per eliminare i disagi che questi lavoratori hanno più volte lamentato». Un investimento consistente, considerato che ogni pullman costa circa 460mila euro. «Si tratta di un investimento mirato al potenziamento quali-quantitativo - ha detto ancora il presidente Cirulli - fatto senza la contribuzione pubblica». Questo perché gli autobus sono destinati ad una tratta commerciale. La rete viaria di collegamento tra l’Abruzzo e Roma, infatti, rientra nelle tratte liberalizzate, quindi soggette ad uno stato concorrenziale di natura privatistica. «Un investimento comunque - ha concluso Cirulli - che lascia sperare, atteso il trend positivo di crescita ultimamente attestatosi intorno al 3%». Dotati di ogni confort, gli autobus hanno posti con tavolino e wi-fi. Insomma, il tempo di percorrenza per raggiungere Roma, volendo, non sarà più da considerare un tempo morto, in termini di lavoro, ma uno spazio di effettiva operatività. «Procediamo spediti nell’opera di efficientamento e ammodernamento del parco mezzi - ci ha detto il vice presidente dell’Arpa Maurizio Radichetti - in considerazione della crescita della domanda e nell’ottica della concorrenza in cui la Società è comunque chiamata a misurarsi». Diverse, infatti, sono le aziende di trasporto su strada che assicurano il collegamento con la capitale a migliaia di viaggiatori, 4.000 dei quali, appunto, trasportati dall’Arpa. L’entrata in funzione di questi autobus non va ad aumentare il numero delle corse verso Roma, ma solo a sostituire le macchine ormai obsolete. Alla cerimonia del taglio del nastro da parte dell’assessore regionale ai trasporti, Giandonato Morra, avvenuta nella sede di piazzale Kennedy, oltre ai vertici della società delle autolinee pubbliche abruzzesi, hanno partecipato i consiglieri regionali Walter Di Bastiano ed Emilio Iampieri, numerosi consiglieri provinciali, diversi amministratori locali. Il Comune di Avezzano ha partecipato con l’assessore Eliseo Palmieri. La benedizione ai cinque nuovi pullman è stata impartita da don Adriano Principe.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it