Iscriviti OnLine
 

Pescara, 17/09/2019
Visitatore n. 681.369



Data: 07/11/2007
Testata giornalistica: Trambus
Trasporti, sindacati sul piede di guerra. Il 30 novembre è sciopero generale. Da domani mobilitazione generale delle aziende a sostegno del tpl

Da Alitalia alle Ferrovie, da Tirrenia al trasporto pubblico locale, "la situazione del settore dei trasporti sta rapidamente precipitando" e senza un confronto di merito con il Governo "l'ipotesi di una mobilitazione generale del settore dei trasporti diverrà presto inevitabile". Detto fatto. L'aut aut confederale di metà ottobre non è stato accolto dal Governo e i sindacati fissano al 30 novembre lo sciopero generale. L'astensione dal lavoro "si è resa inevitabile - spiegano i segretari generali delle Federazioni di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Fabrizio Solari, Claudio Claudiani e Giuseppe Caronia - constatata la perdurante assenza di un confronto con il Governo più volte sollecitato, nonché dalla insostenibile situazione in cui versano pressoché tutte le aziende del settore". Lo sciopero generale sarà di 8 ore, nel rispetto delle fasce di garanzia, e riguarderà tutti i settori della mobilità: il trasporto aereo, quello ferroviario, quello marittimo e il trasporto pubblico locale. "Continuano a languire tutti i problemi aperti: Alitalia; i finanziamenti per le ferrovie e per il trasporto locale, oltre al piano non ancora approvato per Tirrenia. Una mancanza di strategie che riguardano il settore dei trasporti nel quale si naviga a vista - prosegue Caronia. Di qui la decisione grave di dichiarare uno sciopero generale di tutti i lavoratori del comparto". La nuova giornata di sciopero si aggiunge a quella di protesta già programmata per il 9 novembre dai Cobas. L'agitazione sindacale si inserisce, inoltre, nella lunga serie di iniziative contro la finanziaria e a sostegno del trasporto pubblico locale indette dalle aziende di trasporto. Già domani prendono il via una serie di assemblee delle imprese locali aderenti ad Anav ed Asstra, in preparazione della "manifestazione- assemblea aperta" che si terrà a Roma il 14 novembre prossimo. L'obiettivo - ricordiamolo - è quello di sensibilizzare le istituzioni e l'opinione pubblica in genere sull'emergenza tpl determinata dalle insufficienti ed inadeguate misure di sostegno attualmente previste dal disegno di legge finanziaria per il 2008

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it