Iscriviti OnLine
 

Pescara, 20/08/2019
Visitatore n. 679.980



Data: 08/06/2019
Testata giornalistica: Primonumero
Fumo dall’autobus della Seac, paura vicino al Terminal. L’amministratore Costantino Potena invia una nota nelle redazioni per precisare che “il personale dipendente della Seac ha partecipato al corso sulla sicurezza e per l’antincendio e che nonostante la vetustà dei nostri mezzi, gli stessi sono oggetto di manutenzione e sicuramente il servizio è di ottima qualità”.

Un guasto al motore potrebbe essere la causa del principio di incendio che questa mattina (7 giugno), intorno alle 8.40, ha interessato un mezzo del trasporto urbano di Campobasso. Sul posto i vigili del fuoco
di Stefania Potente - 07 Giugno 2019 - 9:26

Per fortuna non ci sono stati feriti, ma ha avuto paura l’autista dell’autobus della Seac quando si è accorto che fumo e fiamme interessavano la parte posteriore del mezzo. Erano le 8.40, il pullman aveva già trasportato a destinazione i viaggiatori e stava percorrendo la rotonda di largo Carile, forse diretto verso il Terminal.

Poi il principio di incendio. L’autista ha fermato la corsa del mezzo e ha provato ad intervenire utilizzando un estintore, poi ha chiesto aiuto ai vigili del fuoco del Comando provinciale di Campobasso. Nel frattempo l’autista di un altro autobus si è fermato per dargli manforte.

Sono stati attimi di concitazione, insomma. E si sono verificati disagi anche per la circolazione delle auto: sul posto è intervenuto il personale della Polizia Municipale che ha provveduto a deviare il traffico sulla tangenziale all’altezza della sede dell’Arsarp e del negozio Acqua e sapone per evitare pericoli agli automobilisti durante le operazioni di spegnimento delle fiamme.

Stando alle prime ipotesi formulate dagli uomini del 115, un guasto al motore potrebbe essere la causa del rogo.

E’ il secondo episodio che si registra nel giro di pochi mesi a Campobasso. Il primo lo scorso marzo in via Liguria, dove sempre un autobus del trasporto pubblico urbano prese fuoco. Una conferma dell’usura e della vetustà del parco mezzi in circolazione nel capoluogo molisano, dove da 50 anni la società Seac è concessionaria di un servizio che non sempre accontenta le esigenze dell’utenza.

Poche ore dopo l’amministratore Costantino Potena invia una nota nelle redazioni per precisare che “un pannello ignifugo di protezione tra il vano motore e l’interno dell’autobus si è staccato e a contatto con il tubo di scarico ha provocato soltanto un po’ di fumo. L’intervento dell’autista è stato immediato e non c’era nessun passeggero a bordo”. Ricorda poi che lo stesso personale dipendente della Seac “ha partecipato al corso sulla sicurezza e per l’antincendio”. Infine, “nonostante la vetustà dei nostri mezzi, gli stessi sono oggetto di manutenzione e sicuramente il servizio è di ottima qualità”.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it