Iscriviti OnLine
 

Pescara, 25/02/2021
Visitatore n. 703.239



Data: 28/04/2019
Testata giornalistica: Il Centro
Sanità e Protezione civile all'aeroporto. Tra un mese il bando per la nuova gestione della struttura. Ci saranno anche scuola di volo e servizio antincendio

L'AQUILA Un nuovo gestore entro l'anno. Verrà pubblicato a giugno il bando per l'affidamento in concessione dell'aeroporto di Preturo, dopo la revoca alla X-Press, a settembre 2018. La giunta comunale ha approvato un atto di indirizzo «che impegna gli uffici competenti a procedere con urgenza all'individuazione di un nuovo, idoneo, gestore dell'aeroporto dei Parchi, mediante l'affidamento in concessione».A dettare le scadenze, peraltro brevissime, è l'assessore alla mobilità, Carla Mannetti. «Stiamo preparando il bando», conferma, «che sarà pubblicato entro giugno». Chiare e nette le idee sul futuro dell'aviosuperficie: non si punta più a uno scalo commerciale. «L'aeroporto dovrà riprendere la sua funzione di utilizzo a beneficio del territorio. Intanto, deve essere restituito alla città: una struttura comunale, di cui si sono impossessati soggetti terzi senza portare a termine le ventilate ipotesi di utilizzo a fini commerciali. L'attuale gestore, la X-Press, come da pronunciamento del Tar, lascerà la struttura contestualmente all'affidamento al nuovo gestore, tramite bando. Sapevamo benissimo che la funzione commerciale non era praticabile per numeri, utenza e funzionalità. L'aeroporto», prosegue l'assessore, «in passato aveva una sua redditività e un ritorno di immagine per la collettività aquilana. Vogliamo riattivare questo circuito, dando una specifica destinazione allo scalo». Il nuovo gestore dovrà garantire, come indicato nella delibera, l'operatività dell'aeroporto. E, nello specifico, l'aviazione generale ad uso sanitario, il servizio antincendio, di Protezione civile, turistico, sportivo, la scuola di volo e la ristorazione, oltre al rifornimento di carburante, un presidio per il primo intervento di soccorso e antincendio, su indicazioni dell'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac), verifiche periodiche della pista, sfalcio dell'erba, pulizia delle aree e smaltimento dei rifiuti, informazioni di volo e meteo, dove richiesto dall'Enac, l'officina meccanica e la Scuola di formazione. «La struttura non avrà un utilizzo commerciale», conferma Mannetti, «saranno attivate tutte le procedure al fine di evitare il procrastinarsi della grave e perdurante situazione di insostenibile abbandono». La revoca della concessione alla X-Press risale a settembre dello scorso anno, anche alla luce del sopralluogo effettuato a giugno 2018 dai tecnici del Comune. Provvedimento impugnato dalla X-Press davanti al Tar, che ha riconosciuto le ragioni del Comune, accogliendo solo in minima parte il ricorso dell'azienda e lasciando alla stessa la gestione dell'aeroporto fino a subentro del nuovo gestore.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it