Iscriviti OnLine
 

Pescara, 20/10/2020
Visitatore n. 697.815



Data: 01/07/2009
Testata giornalistica: Clickmobility
allegato: LEGGI L'ARTICOLO
Contratto della mobilitÓ - Ripreso il confronto sui quattro punti focali del Protocollo siglato al Ministero dei trasporti. Giovedý e venerdý presso la sede di Asstra le parti tornano ad incontrarsi

Riprende il confronto fra le parti sul CCNL della MobilitÓ.
Il 30 aprile scorso, lo ricordiamo, presso il Ministero di Infrastrutture e Trasporti, Ŕ stato siglato il protocollo d'intesa tra le associazioni datoriali e quelle sindacali del trasporto pubblico locale, che rappresenta una "prima pietra" nella costruzione del nuovo CCNL della MobilitÓ.
La firma ufficiale del documento Ŕ datata 15 maggio e si Ŕ tenuta presso la Sala del Parlamentino del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in Piazzale di Porta Pia.

Con giugno, presso la sede di Federtrasporto, si Ŕ avviato il confronto sui quattro punti che il protocollo siglato al Ministero dei trasporti ha al momento individuato come gli unici istituti per i quali Ŕ possibile un tentativo di omogeneizzazione del contratto della mobilitÓ per i settori autoferrotranviario e delle attivitÓ ferroviarie.

Nella prima seduta le parti datoriali (Anav, Asstra e Federtrasporto-Agens) hanno consegnato un documento unitario (vedi allegato), contenente una dettagliata proposta normativa sui quattro istituti oggetto del confronto: decorrenza e durata, campo di applicazione, relazioni industriali e diritti sindacali, mercato del lavoro.
Al documento le organizzazioni sindacali hanno risposto riservandosi di formulare solo successivamente le osservazioni di merito.
In realtÓ nel secondo appuntamento di giugno i sindacati hanno espresso le prime valutazioni di carattere generale su di uno solo degli istituti, ovvero il mercato del lavoro.

Il confronto quindi prosegue secondo un calendario prestabilito dalle parti, che vede giÓ in settimana i prossimi due appuntamenti, giovedý e venerdý presso la sede di Asstra.
Un confronto che vedrÓ le parti entrare nel merito degli altri tre istituti.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it