Iscriviti OnLine
 

Pescara, 23/09/2020
Visitatore n. 696.520



Data: 22/01/2016
Testata giornalistica: Il Messaggero
Biglia contro bus, ferito un passeggero. Salvati dai carabinieri la madre romena e il piccolo nato nell’ex ippodromo di Tor di Valle: difficoltà nei soccorsi

«Fermo, fermo. Ci hanno sparato». Dalla coda dell’autobus le urla dei passeggeri sono indirizzate al conducente. Qualcuno ha colpito il mezzo della linea 014 di Ostia. Il vetro è perforato da quello che in apparenza sembrava davvero un proiettile. In realtà, da quanto accertato in prima battuta dai carabinieri della compagnia del Lido, si sarebbe trattato di una biglia di ferro lanciata con una mazzafionda. Sono da poco passate le 20, quando all’altezza di viale delle Repubbliche Marinare un oggetto metallico fa breccia in un finestrino del pullman. Il mezzo a quell’ora è ancora affollato da tante persone che stanno rientrando a casa dopo una giornata di lavoro. Una donna è rimasta ferita. È stata centrata alla tempia e ha perso i sensi. «Vi prego aiutatemi», sono le uniche parole che è riuscita a dire prima di cadere a terra. A soccorrerla sono arrivati i sanitari del 118 che con una barella l’hanno trasportata sull’ambulanza. Da qui il trasferimento all’ospedale Grassi. Le sue condizioni sembrerebbero non destare preoccupazione, anche se è rimasta al pronto soccorso per accertamenti. Per gli altri passeggeri è scattata la procedura d’emergenza. La prontezza di riflessi dell’autista ha evitato il peggio. Il bus ha accostato e le persone a bordo, quasi cinquanta, sono state evacuate. I militari del 112 hanno raccolto le prime testimonianze e ora danno la caccia ai responsabili del gesto. Secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi di una gang. Già da questa mattina, saranno acquisiti i filmati delle telecamere a circuito chiuso di alcune attività commerciali presenti in zona.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it