Iscriviti OnLine
 

Pescara, 25/09/2020
Visitatore n. 696.580



Data: 26/01/2016
Testata giornalistica: Il Messaggero
Riforma porti e macroregione ancora scintille

L’AQUILA La riforma delle authority portuali e le strategie sulla macroregione infiammano lo scontro politico. Ieri Forza Italia, per bocca di Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri, è tornata ad attaccare il governo D’Alfonso: «La Regione dice e annuncia, la Regione non fa: questo dovrebbe essere il nuovo slogan». Nel mirino c’è la possibile alleanza tra Marche, Umbria e Toscana: «L’ex sottosegretario D’Alessandro - evidenziano i forzisti - ci spiega che dovrebbero immaginare un’alleanza con l’Abruzzo per realizzare un collegamento Adriatico-Tirreno che noi già abbiamo grazie alle autostrade e con la possibilità di collegare Ortona direttamente al casello autostradale. Secondo D’Alessandro, solo secondo lui però, ci sarebbe una possibile alleanza sul versante gomma- ferro tra Marche, Abruzzo eMolise. Queste però restano teorie ben lontane dalla pratica. Nel gennaio 2015, Matteo Ricci, sindaco di Pesaro ma soprattutto vice presidente nazionale del Pd si era dichiarato assolutamente contrario ad un accorpamento delle Marche con l’Abruzzo». Sul sistema portuale, Febbo e Sospiri sostengono che «D’Alfonso e D’Alessandro ci hanno detto di tutto e il contrario di tutto. Insistono affermando che la nostra collocazione strategica è Civitavecchia. A oggi però restano i fatti che dicono l’esatto contrario». Annunciata un’interrogazione urgente in Consiglio regionale. Camillo D’Alessandro (nella foto) ha replicato parlando di «apici mai toccati di disinformazione volutamente inconcludente ». «Non esiste alcuna aggregazione tra Marche, Umbria e Toscana che escluda l’Abruzzo, per la semplice ragione che non è all’ordine del giorno la fusione. Le Marche stanno sviluppando strategie condivise così come le sta sviluppando l’Abruzzo sia con le regioni adriatiche sia con quelle tirreniche, a partire dal Lazio. Non esiste alcun legame con la riforma della portualità. E’ chiaro che l’Abruzzo ha interesse a un’alleanza alla pari con Civitavecchia più che ad un’integrazione con Ancona».

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it