Iscriviti OnLine
 

Pescara, 25/09/2020
Visitatore n. 696.577



Data: 27/01/2016
Testata giornalistica: Il Messaggero
«Avviciniamo L’Aquila e Pescara» Collegamenti più veloci con treni e bus L’annuncio di D’Alfonso e della Morgante.

L’AQUILA La consegna dei nuovi treni Swing sulla tratta L’Aquila-Sulmona, celebrata ieri alla stazione dell’quila dalla prima uscita pubblica dell’ad di Trenitalia Barbara Morgante, abruzzese di Chieti (con il direttore regionale Marco Trotta), dal governatore Luciano D’Alfonso (con i consiglieri D’Alessandro, Pietrucci e Berardinetti), dal sindaco Massimo Cialente e dal presidente provinciale Antonio De Crescentiis, ha fornito un’utile occasione per focalizzare il nuovo piano di collegamenti messo in campo dalla Regione. Due gli asset: il potenziamento del trasporto su ferro (sulla L’Aquila-Pescara e sulla Pescara-Roma) e quello su gomma (sulla tratta L’Aquila-Pescara). Argomenti su cui, pur non avendo una diretta competenza (delle infrastrutture si occupa Rete ferroviaria italiana), si è espressa anche la Morgante: «La “bretella” di Pratola che accorcerebbe i tempi tra L’Aquila e Pescara è assolutamente nella lista delle priorità. Su Roma, invece, si stanno facendo degli studi di tracciatura, degli slot di disponibilità per accorciare i tempi di percorrenza che evidentemente prevedono anche la soppressione di alcune fermate dove peraltro c’è pochissimo afflusso. Lo studio prevede anche però che, come richiesto dalla Regione, ci sia capacità di accoglimento alla stazione Roma Termini, anziché a Tiburtina».
LE MOSSE
In un contesto, quella della mobilità ferroviaria abruzzese, in aumento del 2,2%, D’Alfonso ha confermato la volontà, concreta, presto cantierabile, di costruire la “bretella”: «Nelle prossime settimane ci sarà un nuovo investimento, sulla L’Aquila-Pescara, all’altezza di Pratola, per ridurre i tempi di percorrenza di 35 minuti». Non solo. Si punta anche a velocizzare il collegamento tramite auto e bus: «Giovedì (domani; ndr) -ha detto D’Alfonso- andremo con Pietrucci e D’Alessandro dal ministro Delrio. Lo ringrazieremo e gli chiederemo di inserire l’ammodernamento della tratta Barisciano-Bussi tra le priorità dell’allegato infrastrutture. Sono 45 chilometri, a tre milioni di euro a chilometro, per determinare sicurezza, comodità, adeguatezza, senza inutili rotatorie. Sarà il mio obiettivo principale da qui ai prossimi mesi». Il presidente ha esaltato la nuova governance abruzzese del settore treni (l’ad di Rfi, Maurizio Gentile, è di Sulmona): «In ragione di questo supplemento di conoscenza vogliamo continuare la potente “cura del ferro”». La Morgante ha ringraziato l’Abruzzo per come ha accolto la sua nomina: «Anche se non sono nata qui, di fatto sono abruzzese, figlia di genitori abruzzesi e ho studiato qui fino a tutto il liceo». Insomma, muove importanti passi in avanti la strategia, esplicitata da D’Alessandro, di una regione che potrà beneficiare di preziose integrazioni tra ferro, gomma e, perché no, anche bici.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it