Iscriviti OnLine
 

Pescara, 19/01/2021
Visitatore n. 701.766



Data: 15/07/2019
Testata giornalistica: Primo piano
L’ex Istonia 86 resta off limits per i pullman, genitori esasperati: iscriviamo i nostri figli a Vasto. Più di un’ora per raggiungere gli istituti scolastici superiori di Agnone

AGNONE. Il tempo scorre inesorabile, ma nessuna risoluzione al transito dei mezzi pesanti sulla ex Istonia 86, la strada alternativa alla chiusura del viadotto ‘Sente - Longo’, è stata trovata. Nonostante le promesse e gli impegni presi a chiacchiere dai politicanti di Abruzzo e Molise, l’arteria, gestita dalle Province di Isernia e Chieti, resta off limits al passaggio dei pullman. Una bella gatta da pelare soprattutto per gli studenti dell’Alto Vastese che raggiungono gli istituti scolastici superiori di Agnone e costretti a fare il ‘giro del mondo’ passando per Schiavi di Abruzzo e risalendo lungo le fondovalli Trignina e Verrino. Problema serio che rischia di dirottare l’utenza scolastica abruzzese sui plessi di Vasto. Infatti, ad oggi, i tempi di percorrenza impiegati in direzione Agnone, circa un’ora, sono identici a quelli per recarsi nel capoluogo adriatico. E allora per quale motivo continuare ad andare ad Agnone, chiedono provocatoriamente numerosi genitori esasperati per una situazione che non trova una definitiva via si uscita. La politica, dalla Provincia alla Regione, aveva assicurato che il problema e il relativo disagio sarebbero stati momentanei, circoscritti a pochi mesi. Poi la questione si è trascinata fino alla recente chiusura dell’anno scolastico. E ora, a metà estate, quando le famiglie degli studenti sono già alle prese con la scelta della scuola alla quale iscrivere i propri figli, non si vede ancora una soluzione al problema viabilità. La ex statale Istonia è stata sistemata alla buona e asfaltata, ma su di essa vige ancora il divieto di transito per i mezzi pesanti, quindi anche per gli autobus di linea che ogni giorno portano gli studenti ad Agnone. Così la cittadina altomolisana a causa dell’isolamento territoriale, rischia di essere penalizzata ulteriormente anche per quanto riguarda le iscrizioni a scuola. Nell’ottica di trovare una soluzione a questo problema concreto, nelle scorse settimane il consigliere comunale di Palazzo San Francesco, Germano Masciotra, aveva investito della questione riapertura al traffico pesante della mulattiera l’assessore regionale Vincenzo Niro. Un vertice a quattro, Regione Abruzzo, Regione Molise e le due Province di Chieti e Isernia, per valutare la riapertura al traffico pesante della ex statale Istonia, la famigerata mulattiera recentemente sistemata. Di questo si era parlato e questo aveva anticipato l’assessore Niro. A distanza di qualche settimana da quell’annuncio nulla è stato fatto o comunque nulla in merito è stato comunicato. Settembre non è poi così lontano, una soluzione va trovata nell’immediato, altrimenti anche le scuole di Agnone subiranno un crollo di iscrizioni da parte degli studenti abruzzesi. Ma questo, al momento, sembra non preoccupare affatto la sedicente classe politica molisana.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it