Iscriviti OnLine
 

Pescara, 15/04/2021
Visitatore n. 704.991



Data: 10/07/2019
Testata giornalistica: Il Messaggero
Palazzo Ardinghelli, forse arriva Putin. Rumors sulla possibile presenza del presidente della Russia in occasione della cerimonia di inaugurazione dopo il restauro. Turismo tra luci e ombre: a luglio Info Point chiuso per lavori ma l’assessore Aquilio rilancia: bus “Sali e scendi” e una App. Trenino “explorer”: 33 fermate tra le bellezze cittadine

Si fa presto a dire turismo. Le idee innovative dell'assessore Fabrizia Aquilio cozzano però con l'amara realtà dei fatti. A luglio inoltrato i visitatori non posso contare neanche sul malconcio Info point della Fontana Luminosa. Il centro informazioni dovrà subire un nuovo maquillage prima di poter essere restituito alla fruizione. «I lavori tramite affidamento diretto promette l'assessore Vittorio Fabrizi dovrebbero partire a giorni». Con una buona dose di ottimismo dunque, l'info point dovrebbe tornare operativo nel mese di agosto. «Ad operarvi spiega l'assessore Aquilio saranno due unità del centro turistico del Gran Sasso. Sarà possibile prenotare accompagnatori per la visite in città, noleggiare biciclette e acquistare i ticket per la funivia. In inverno come l'anno scorso potranno essere in vendita le stagionali. Il centro conterrà gadget della città con uno spazio di merchandising». Ancora all'interno della futura autostazione nella zona Ovest dovrebbe essere collocato anche un secondo info point di accoglienza. L'assessore, ieri mattina, prima di inaugurare il trenino explorer è stata audita in terza commissione dove ha esposto alcune delle sue idee per rilanciare il turismo in città. «Anche il turismo ha spiegato mira a ricucire L'Aquila con il suo territorio. Per questa ragione abbiamo intenzione di ampliare il concetto del bus turistico con la formula Sali e scendi. Un pullman dovrebbe essere dedicato alla parte Ovest della città includendo monumenti quali Amiternum, un altro la zona Est includendo i monumenti di pregio con relative soste». Ciò che manca nel settore del turismo aquilano è la capacità di incoming; per questa ragione la Aquilio cercherà di intercettare sia i visitatori romani sia quelli costieri attraverso accordi ad hoc con tour operator. Particolare attenzione sarà dedicata al flusso internazionale trovando un gancio in primis nei Paesi che si sono mostrati già sensibili con il territorio aquilano.
Si pensa non solo alla Francia, ma anche alla Russia, con un mare di visitatori in cerca di un turismo emozionale. A fine ottobre in città dovrebbero giungere dei tour operator interessati a promuovere il pacchetto L'Aquila. Si tratta solo di un rumor, ma sembra che in occasione della inaugurazione di palazzo Ardinghelli potrebbe essere Putin in persona a far visita all'Aquila. L'incoming passa anche per l'attivazione di una app legata ad un network nazionale. Queste le idee dell'assessore al Turismo sicuramente condivise in commissione, ma prive secondo l'opposizione (Paolo Romano de Il Passo Possibile) di una base solida che può essere costituita soltanto da uno studio dei dati e dei flussi. «Non si può improvvisare sottolinea . Abbiamo centomila euro in bilancio per il Turismo».

Trenino “explorer”: 33 fermate tra le bellezze cittadine

Toccherà tutti i più importanti monumenti cittadini con 33 fermate complessive il trenino turistico L’Aquila Explorer che partirà ogni 30 minuti da piazza Duomo per tutta l’estate e l’autunno inoltrato. Tramite un’audioguida sarà possibile conoscere la storia di tutti i più bei monumenti cittadini come le basiliche di Collemaggio e San Bernardino, il Duomo e tante altre chiese, le 99 Cannelle, il museo Munda, le storiche porte della cinta muraria. Sarà inoltre possibile percorrere l’intero circuito che cinge il Castello cinquecentesco. A presentare il trenino, ieri mattina, l’assessore al Turismo Fabrizia Aquilio e la consigliera Tiziana Del Beato. Il servizio sarà a cura della società Giocamondo.Fino al 12 luglio il trenino eseguirà corse dalle 10 alle 19. Dal 12 luglio e per tutto agosto, invece, dalle 10 alle 23. A settembre tornerà invece con orario dalle 10 alle 19 fino al 15. Dal 17 al 27 settembre l’orario sarà invece solo pomeridiano dalle 15 alle 19. Per tutte le informazioni ci sarà in piazza Duomo un punto. «Il progetto ci è stato proposto dal titolare e abbiamo visto che la cosa poteva essere interessante in questo momento di rivitalizzazione del centro storico - ha detto la Aquilio - In più ci è piaciuta l’idea di un tragitto che non fosse breve come quello del passato dalla villa a piazza Duomo ma che potesse condurre le famiglie a visitare la città che sta rinascendo. Il giro darà inoltre la possibilità di scendere nei luoghi e poi di risalire sulla corsa successiva con il servizio hop-on hop-off. Crediamo molto nella politica dei piccoli passi: questa, insieme ad atre piccole iniziative, ci può aiutare a spingere l’acceleratore. Più avanti lavoreremo anche all’operazione più complessa di convogliare i flussi ». Il percorso sarà: Piazza Duomo, corso Vittorio Emanuele, Quattro Cantoni, via San Bernardino, via Panfilo Tedeschi, via Zara, Forte Spagnolo, via Castello, Fontana Luminosa, viale Gran Sasso, via Strinella, via Caldora, Basilica di Collemaggio viale di Collemaggio, viale Crispi, via XX settembre, via Borgo Rivera, 99 Cannelle, via Tancredi da Pentima, viale XXV aprile, rotatoria tribunale, via XX settembre, Corso Federico II, piazza Duomo.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it