Iscriviti OnLine
 

Pescara, 27/05/2020
Visitatore n. 692.159



Data: 30/06/2019
Testata giornalistica: Il Messaggero
Ancora ritardi nel pagamento degli stipendi al Centro Turististico

Ai dipendenti della partecipata del Comune, la Ctgs (Centro turistico del Gran Sasso) vengono versati in ritardo gli stipendi creando altre criticità specialmente a quelli che possono agganciare alla pensione. Lo affermano Domenico Fontana della Filt-Cgil, Primo Cipriani della Uilt-Uil e Roberto Bussolotti dell’Ugl. «Ancora una volta, oramai è consuetudine, stipendi in ritardo per questi lavoratori - dicono i rappresentanti di Filt-Cgil, Uilt-Uil e Ugl -. Non conosciamo la natura del problema che ogni mese non consente all’azienda di rispettare la tempistica per erogare quanto dovuto al personale. L’elenco delle casistiche si aggiorna di volta in volta, come irregolarità del Durc, mancato o tardivo incasso del rateo del contratto di servizio e priorità diverse. Insomma, cose... da azzeccagarbugli! ».Mala cosa che fa infuriare di più Fontana, Cipriani e Bussolotti è legata al fatto che «la partecipata è dotata di figure professionali all’uopo inquadrate e pertanto verosimilmente preparate a svolgere il proprio lavoro. C’è quindi un problema. Un problema che, chi amministra l’azienda, ha il dovere di risolvere. Non possono venti lavoratori pagare sottovalutazioni o pressappochismo ». Per i sindacati invece c’è bisogno di più attenzione, perché per alcuni lavoratori non possono nemmeno pensare alla pensione. «Bisognerebbe avere più applicazione, quando si organizzano gli stipendi al Ctgs - concludono Fontana, Cipriani e Bussolotti - per evitare danni enormi alle maestranze, addirittura impossibilitati ad agganciare la pensione».

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it